Livorno: sequestrati 2 Kg di stupefacenti e 2.000 euro in contanti. Arrestati due maggiorenni

Lotta agli stupefacenti, controllo economico del territorio e vicinanza ai cittadini

Lotta agli stupefacenti, controllo economico del territorio e vicinanza ai cittadini. Queste continuano ad essere le indicazioni del Comando Provinciale Livorno a tutti i Reparti delle Fiamme Gialle della provincia. E il Gruppo di Livorno batte ancora un altro importante colpo nella lotta agli stupefacenti nel capoluogo: due arresti e il sequestro di considerevoli quantità di droga e denaro.

Le attività delinquenziali legate al mondo della droga, i conseguenti pericoli e la grande preoccupazione nelle famiglie per i loro giovani, hanno portato ad un incremento dei controlli “sul campo” da parte dei Baschi Verdi e delle unità cinofile, implementando repressione ed attività di prevenzione da parte di tutti i finanzieri, con particolare riguardo al capoluogo.

Nel corso dello sviluppo di attività di intelligence e analisi di segnalazioni di cittadini, congiuntamente a servizi sul campo, i militari hanno individuato e sottoposto a perquisizione due soggetti di Livorno (entrambe maggiorenni).

Questa volta sono entrate in campo altre due “stelle” della squadra cinofili livornesi, “Brook” (pastore tedesco) e “Gera” (labrador), condotte dai rispettivi militari specializzati. Anche grazie all’eccezionale fiuto dei cani antidroga, le complessive attività hanno consentito il complessivo rinvenimento di 2 kg di droga tra hashish e cocaina, 2.000 euro in contanti, oltre a diversi bilancini e coltelli. Diversa sostanza era già pronta in dosi da spacciare; complessivamente, al minuto spaccio sul mercato, diverse migliaia di dosi per un valore superiore ai 25.000 euro.

Stupefacenti, gli arresti

I due soggetti responsabili, maggiorenni, sono stati quindi tratti in arresto.

Dall’inizio dell’anno oltre 70 persone controllate, unitamente a decine di veicoli privati e commerciali. Fondamentale l’ausilio dei cani antidroga, che con il loro fiuto hanno spesso orientato positivamente le ricerche e le perquisizioni. In alcuni casi i controlli sono effettuati davanti le scuole, anche sulla spinta ed apprezzamento di genitori ed insegnanti.

Le attività dei finanzieri proseguiranno ulteriormente nel corso dell’anno per garantire maggior sicurezza sul territorio e tutelare i minori e più svantaggiati.

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: