Firenze, donna svenuta in macchina, denunciata per cocaina e anfetamina

Continuano i servizi di contrasto agli stupefacenti della Polizia di Stato che mercoledì ha arrestato due uomini e scovato, grazie ai suoi cani antidroga, un etto e mezzo di sostanze illecite, tra hashish e marijuana, alle Cascine

Eviva

L’episodio della donna trovata svenuta in macchina è successo ieri mattina. Intorno alle 11.00 gli agenti della Polizia di Stato hanno notato a seguito della segnalazione di un passante, in zona Firenze Sud, un’autovettura parcheggiata con all’interno una donna svenuta. I poliziotti sono subito intervenuti aprendo la portiera del mezzo. La donna, una 35enne fiorentina, ha ripreso conoscenza. Notando tuttavia qualcosa di strano, le volanti hanno approfondito i controlli sorprendendola con addosso 2 dosi di cocaina e una di anfetamine. Non si esclude che il temporaneo malore sia stato causato dall’assunzione di droga.

I successivi controlli nella sua abitazione hanno portato al ritrovamento di un bilancino di precisione e materiale verosimilmente utilizzato per il confezionamento degli stupefacenti. Tali elementi, che insieme a quanto già rinvenuto e a circa 200 euro in banconote di piccolo taglio, hanno portato i poliziotti ad ipotizzare che la droga sequestrata potesse essere destinata allo spaccio, anche se di modica quantità.

La donna indagata, oltre ad essere stata quindi denunciata per illecita detenzione di cocaina e anfetamina, è finita nei guai anche con per essersi rifiutata di sottoporsi agli accertamenti per rilevare l’eventuale stato di alterazione, con il conseguente sequestro ai fini della confisca della sua autovettura.

Il ruolo dei cani antidroga

Nel pomeriggio alle Cascine “Onah” e “Eviva”, due dei pastori tedeschi antidroga della Questura di Firenze, hanno scovato un etto e mezzo di stupefacenti tra hashish e marijuana, nascosti sotto terra e tra la vegetazione del parco. La droga era suddivisa in 23 frammenti di varie dimensioni.

Intorno alle 16.00, sempre nella zona del parco delle Cascine, gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Rifredi-Peretola hanno catturato un uomo di origini senegalesi di 35 anni, ricercato da dicembre, in quanto destinatario di un ordine di cattura emesso dalla Procura della Repubblica di Firenze a seguito di un cumolo di condanne per reati di spaccio di droga e resistenza a pubblico ufficiale, commessi proprio nella zona delle Cascine nel 2019. L’uomo è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Sollicciano dove dovrà scontare una pena di un anno e 3 mesi.

In serata, infine, in Piazza dei Ciompi, la volante del Commissariato San Giovanni ha sorpreso un fiorentino di 50 anni, con 13 dosi di cocaina e due pasticche colorate di ecstasy nascoste all’interno di un pacchetto di sigarette. L’uomo è stato notato, poco dopo le 20.00, mentre parlava in strada con un gruppo di giovani, durante uno specifico servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti predisposto dalla Questura di Firenze.

Nell’autovettura in uso al 50enne, oltre a circa 400 euro in contanti in banconote di diverso taglio, è stata rinvenuta un’agendina sulla quale gli investigatori non escludono potrebbero essere stati annotati a mano riferimenti anche a probabili consumatori di droghe. Nella sua abitazione, nell’empolese, è stato poi sequestrato un bilancino di precisione con presunti residui di cocaina.

Sulla base degli elementi raccolti l’uomo è finito in manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: