Medical or scientific researcher or man doctor looking at a test tube of clear solution in a laboratory

Siena, ecco il polo scolastico delle biotecnologie

Accordo tra Regione Toscana, Provincia di Siena, Comune di Siena, Istituto d’istruzione superiore Caselli, Fondazione Tls e Fondazione Mps. Formerà giovani per rispondere ai bisogni del settore farmaceutico e delle biotecnologie
Nasce a Siena il nuovo polo scolastico delle biotecnologie. Firmato protocollo d'intesa

Si è svolta stamani, a Siena, la conferenza stampa di presentazione del nuovo polo scolastico delle biotecnologie. L’indirizzo biotecnologie ambientali e sanitarie dell’Istituto Tecnico Monna Agnese di Siena, sarà trasferito nell’ex caserma dei vigili del fuoco di Siena, in viale Cavour, immobile di proprietà della Provincia. E’ quanto prevede il protocollo d’intesa, della durata di tre anni, siglato tra Regione Toscana, Provincia di Siena, Comune di Siena, Istituto d’istruzione superiore Caselli, Fondazione Toscana Life Sciences (Tls) e Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

La Regione Toscana si impegna a garantire la buona esecuzione del Protocollo, anche in relazione al “Protocollo per lo sviluppo di progetti di assistenza sanitaria integrata e riqualificazione di edifici scolastici situati nel territorio provinciale” che, oltre alla vendita dell’immobile, situato in Viale Sardegna, di proprietà della Provincia di Siena, prevede la messa a disposizione, da parte della Regione Toscana, di un contributo a favore della Provincia stessa per interventi di progettazione e realizzazione di interventi di recupero, costruzione e ristrutturazione di edifici e di nuove palestre scolastiche.

“E’ con grande soddisfazione che anche la Regione sottoscrive questa intesa che sancisce la nascita di un polo scolastico interamente dedicato alle biotecnologie. E’ una realtà che non poteva trovare una migliore collocazione di quella messa a disposizione dalla Provincia di Siena”, sottolinea il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. “Qui, ormai da tempo, si è consolidato, con Toscana Life Science, il distretto delle scienze della vita con l’obiettivo di qualificare la ricerca, sostenere l’innovazione e il trasferimento tecnologico facilitare il processo di start-up di impresa nel settore delle biotecnologie applicate alla salute dell’uomo e nel campo biomedico in generale. Ed è qui che, coerentemente con questo obiettivo, è nata la fondazione Vita con l’ITS che ha declinato le finalità di TLS a livello di formazione tecnica superiore e favorito il raccordo fra percorsi formativi e mondo del lavoro, l’interazione fra scuola e impresa”.

Polo scolastico, le parole di Giani

“Non poteva quindi essere più opportuna – aggiunge Giani – la creazione di un percorso anche a livello di scuola superiore, così da chiudere in maniera virtuosa il processo dell’apprendimento e della formazione in un settore in cui è fondamentale lo sviluppo di competenze altamente qualificate e spendibili nel mercato del lavoro. Tutto questo in un territorio in cui, come si evidenzia nel protocollo, è forte la domanda legata ai settori della ricerca e delle scienze della vita che rispondono, più in generale, a un bisogno crescente a livello sociale di salute, benessere e qualità della vita”.

La Provincia di Siena nell’ambito del proprio “Piano Scuola” si impegna a mettere a disposizione l’immobile di sua proprietà provvedendo alla realizzazione di tutte le opere di ristrutturazione, adeguamento, messa a norma, manutenzione ordinaria e straordinaria oltre che ad attivare, con il Comune di Siena, tutte le procedure necessarie per l’approvazione della variante urbanistica e il cambio di destinazione dell’immobile.

“Con questo protocollo – sottolinea il presidente della Provincia David Bussagli – andremo a realizzare un polo scolastico di eccellenza nel settore delle biotecnologie. Per i giovani in formazione è fondamentale lo sviluppo di conoscenze, abilità e competenze spendibili nel mercato del lavoro. Un polo scolastico che potrà avvalersi della sinergia tra i soggetti sottoscrittori del protocollo, per garantire la sua funzionalità in termini di luogo formativo flessibile, in grado di integrare la parte teorica con l’apprendimento in situazione, realizzando un percorso scolastico aperto a contaminazioni e integrazioni con le più recenti ricerche e innovazioni tecnologiche. Una grande opportunità per i nostri giovani in vista della nascita del biotecnopolo e del distretto delle scienze della vita”.

Il Comune di Siena si impegna a collaborare con la Provincia e gli altri partner per il raggiungimento delle finalità del Protocollo e valuta l’eventualità di varianti urbanistiche per il cambio di destinazione d’uso dell’immobile della ex Caserma dei Vigili del Fuoco di Siena da adibire a nuova sede dell’Istituto Monna Agnese, avviando così un importante processo di valorizzazione e riqualificazione, sia dal punto di vista dell’offerta formativa che degli spazi fisici contribuendo a potenziare l’offerta scolastica complessiva presentata dal Comune di Siena, in quanto comune capoluogo.

Polo Scolastico, il Comune di Siena

“Il Comune di Siena – dichiara il sindaco di Siena Luigi De Mossi – ha appoggiato e sostenuto concretamente questo progetto sulle biotecnologie, che è in continuità con la sua storia e la sua cultura. Metteremo a disposizione tutti gli strumenti urbanistici, accorciandone per quanto possibile l’iter, per garantire a Siena una migliore e più ampia offerta formativa. L’obiettivo, come più volte ho ripetuto, è che la nostra città crei un percorso completo nel campo delle scienze della vita. Dopo la sottoscrizione di questo protocollo porteremo dunque avanti il cambio di destinazione d’uso dell’immobile della ex Caserma dei Vigili del Fuoco di Siena, situato in Viale Cavour, che potrà dunque essere adibito a nuova sede dell’Istituto Monna Agnese, avviando così un importante processo di valorizzazione e riqualificazione di uno spazio nell’immediata vicinanza del centro storico. Come avvenuto per altri spazi della nostra città, la collaborazione e la sinergia fra le istituzioni, con il Comune in primis, diventa fondamentale per la crescita del territorio”.

La Fondazione Monte dei Paschi di Siena si impegna a favorire e sostenere, interventi per la promozione della crescita formativa e dello sviluppo socio-economico, attraverso la messa a disposizione di un contributo a favore della Provincia, per la realizzazione di un polo scolastico d’eccellenza nell’ambito delle biotecnologie, supportando il processo di valorizzazione e riqualificazione dell’offerta formativa.

“Partecipiamo alla costituzione e sviluppo di un polo scolastico della biotecnologia nel nostro territorio che arricchisce l’offerta didattica, formativa e professionale dei giovani a favore dell’occupabilità”, sottolinea il presidente della Fondazione Mps Carlo Rossi. “Ricerca scientifica, istruzione ed educazione e supporto alle nuove generazioni sono tradizionalmente ambiti di intervento delle fondazioni di origine bancaria; pertanto, la Fondazione Mps, nel sostenere e facilitare progettualità e percorsi di crescita del capitale umano, favorisce lo sviluppo economico in maniera innovativa e sostenibile”.

L’I.I.S. G. Caselli di Siena si impegna a trasferire nella sede di Viale Cavour l’indirizzo di studio Biotecnologie Ambientali e Sanitarie dell’Istituto Tecnico Monna Agnese di Siena oltre che a collaborare con TLS – Toscana Life Sciences per ampliare l’offerta formativa sulle biotecnologie applicate alla salute dell’uomo, tale da implementare la qualità di tale offerta e la spendibilità sul mercato del lavoro delle competenze acquisite.

Toscana Life Sciences si impegna a collaborare con l’Istituto Tecnico Monna Agnese con azioni di orientamento e di divulgazione della cultura scientifica a cura di personale esperto, al fine di ampliare l’offerta formativa e per offrire approfondimenti didattici, partecipazione a seminari, conferenze o convegni a scopo divulgativo, promozionale e di sensibilizzazione; oltre ad accogliere nell’ambito delle proprie strutture gli studenti per garantire la possibilità di effettuare esperienze pratiche (PCTO), allo scopo di consolidare le conoscenze acquisite a scuola, oltre ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, mediante progetti in linea con il loro piano di studi.

“La firma del protocollo d’intesa per la formazione del Polo Scolastico delle Biotecnologie – afferma il direttore generale della Fondazione TLS Andrea Paolini – rafforza ancora di più l’impegno e la volontà della Fondazione Toscana Life Sciences (TLS) di contribuire, in sinergia con le principali istituzioni del territorio, alla diffusione della cultura scientifica e dell’innovazione nel campo delle scienze della vita. Un percorso avviato, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia e Comune di Siena, già attraverso la costituzione e il sostegno alla Fondazione Vita – Istituto Tecnico Superiore (ITS) per le nuove tecnologie della vita. Un impegno che oggi si concretizza con la nascita del Polo e di nuovi percorsi formativi solidi e professionalizzanti, capaci di rispondere ai bisogni delle imprese del settore farmaceutico e delle biotecnologie, all’interno di un comparto, come quello delle life sciences, riconosciuto come uno degli asset strategici del territorio. Da parte nostra, come TLS, continueremo a svolgere il ruolo di ponte tra il mondo della formazione e quello dell’impresa, mettendo a disposizione degli studenti dell’Istituto Tecnico Monna Agnese conoscenze scientifiche, attività di orientamento e soprattutto la possibilità di poter fare, all’interno della nostra Fondazione, esperienze pratiche per consolidare e arricchire quanto imparato in classe”.

la ex caserma dei vigili del fuoco di viale Cavour dove sarà trasferito il nuovo polo scolastico delle biotecnologie. Sotto, l’immobile di viale Sardegna che ospiterà servizi socio-sanitari

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: