cacciucco

Cacciucco e Brodetto, sfida dal sapore di mare

Il Cacciucco incontra e sfida il Brodetto alla Sambenedettese. L’edizione 2022 (venerdì 25 novembre) di “Cacciucco Day” è dedicata a
cacciucco
Roberta Ancillotti e lo chef Loris

Il Cacciucco incontra e sfida il Brodetto alla Sambenedettese. L’edizione 2022 (venerdì 25 novembre) di “Cacciucco Day” è dedicata all’incontro con il “Brodetto alla Sambenedettese”. Sono le due zuppe di pesce più identitarie, una del Tirreno e l’altra dell’Adriatico. Cacciucco di Alcide e il Brodetto alla Sambenedettese più famoso sono pronti per la degustazione. L’ospite d’onore è il ristorante Osteria Caserma Guelfa, situato in un edificio del 1500 che fu Dogana Pontificia e caserma, al confine tra Marche e Abruzzo. Siamo a Porto d’Ascoli, proseguimento naturale del lungomare di San Benedetto del Tronto.

Federico Palestini, chef e titolare del locale, è considerato il custode della ricetta autentica di questo Brodetto unico. Nasce come pescatore, poi diventa allevatore di mitili e tonni, infine chef cercando sempre di valorizzare le vecchie tradizioni marinare a cui è legato.

Una storia, per certi versi, simile a quella di Alcide, custode di ricette di pesce secolari delle quali il Cacciucco è la più famosa. L’unica variante ad essere riconosciuta al di fuori del territorio livornese.

Furono, più di un secolo fa, proprio le maestranze del porto labronico, giunte a Poggibonsi per preparare le casse di vino che partivano dal Chianti per imbarcarsi a Livorno e salpare verso l’America, a chiedere il loro piatto preferito al signor Alcide che iniziò a cucinarlo nella propria locanda.

Da allora, il ristorante Alcide è considerato uno dei luoghi cult dove degustare questa famosa zuppa di pesce. Fondato dalla famiglia Ancillotti nel 1849, ancora oggi è gestito direttamente dalla famiglia, giunta alla quinta generazione, sotto la direzione di Roberta Ancillotti, pronipote del signor Alcide.

Il “Cacciucco di Alcide” si inserisce nei canoni classici di questo piatto pur avendo, fin dalle origini, la caratteristica di non prevedere pesce con lische.

Quello “alla Sambendettese”, è il più originale di tutti brodetti dell’Adriatico. Una zuppa di pesce che nasce povera, sorella del tirrenico Cacciucco che può essere anche “alla viareggina” oltre che “alla livornese” o “di Alcide”, Il Brodetto di San Benedetto spicca da tutte le altre varianti per alcuni ingredienti particolari come i pomodori verdi e i peperoni.

cacciucco brodetto
Federico Palestini

Nasce ricetta povera, come il Cacciucco, sulle barche dei pescatori in mare. Fatto nel passato con i con i pesci meno pregiati, oggi si è arricchito di tutte le migliori varietà dell’Adriatico, tra le quali: Rosciolo (triglia), Rospo (rana pescatrice), Mazzolina (gallinella), Panocchie bianche, Seppia, Polpo.

La cena-degustazione del Cacciucco Day 2022 che si svolgerà al ristorante Alcide di Poggibonsi la sera (dalle ore 20 circa) di venerdì 25 novembre. Sarà un’occasione unica per ripercorrere a tavola la storia comune di Cacciucco e Brodetto, piatti nati poveri e diventati gourmet, fortemente identitari.

La festa si arricchisce di altre collaborazioni prestigiose. Oltre all’adesione della condotta Slow Food di Siena, può contare infatti sulle abilità professionali di un gelatiere di eccezione come Sergio Dondoli. Che con la nazionale italiana ha vinto due coppe mondiali per il miglior gelato del mondo oltre ad altri numerosi premi.

Completano la presentazione di tipicità agroalimentari di qualità, i vini dell’azienda vitivinicola Colle Massari, il famoso vino marchigiano Passerina (vinificato in purezza) Colli Ripani in abbinamento al brodetto, il Moscadello di Montalcino Doc, Vendemmia Tardiva, dell’azienda agricola Mocali che andrà in abbinamento alle prelibatezze di Opera Waiting, il laboratorio dolciario pluripremiato dalle guide per i suoi panettoni artigianali.

Per garantire una serata piacevole il numero di posti disponibili è stato limitato a 70 persone. È quindi necessario prenotare su www.ristorantealcide.com. Una parte del ricavato della serata sarà devoluto in beneficenza ai due piccoli Comuni marchigiani duramente colpiti dall’alluvione dello scorso settembre. Roberta Ancillotti di Ristorante Alcide e Federico Palestini di Osteria Caserma Guelfa invitano a fare altrettanto, con piccole donazioni a: Comune di Ostra – Donazione Emergenza Alluvione su Iban: IT17G0870437500000000102916 e Comune di Barbara – Solidarietà agli Alluvionati di Barbara su Iban: IT03V0870537510000000093137 .

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: