cimitero

Furti al cimitero con il trucco della ruota bucata

Hanno effettuato una serie di furti nelle auto parcheggiate nei pressi del cimitero di Casole d'Elsa. E per distrarre le vittime, veniva

Hanno effettuato una serie di furti nelle auto parcheggiate nei pressi del cimitero di Casole d’Elsa. E per distrarre le vittime, i ladri hanno messo in atto lo stratagemma della ruota bucata.

Nei giorni scorsi i carabinieri della stazione di Casole d’Elsa e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Poggibonsi, hanno controllato una autovettura condotta da due soggetti provenienti dalla provincia di Lucca.

Durante le operazioni i militari hanno trovato i due in possesso di borse, documenti e 600 euro in contanti. E che presumibilmente appartenevano a vittime di furti compiuti nei parcheggi dei cimiteri della zona.

I due malviventi si sarebbero avvalsi di una nuova tecnica. Ovvero quella del foro della gomma dell’auto della vittima. Così, grazie all’effetto “sorpresa” il guidatore si distraeva per via dello pneumatico a terra. Oppure era uno dei due complici ad avvertire il malcapitato dell’inconveniente. Ed era in quel momento che dall’interno dell’auto sparivano borse, borselli ed effetti personali. Una tecnica, questa, attuata ai danni delle numerose persone che in vista della ricorrenza del 2 novembre, frequentano i cimiteri per fare visita ai cari defunti.

Per fortuna, presunti ladri non hanno colto di sorpresa i carabinieri della Compagnia di Poggibonsi. Il lavoro sinergico attivato dalla Centrale Operativa ha permesso di rintracciare vari eventi. Quindi, una volta analizzate le immagini degli impianti di videosorveglianza comunali, i carabinieri hanno individuato e fermato i due uomini. Che sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Siena per concorso in furto aggravato continuato. La maggior parte della refurtiva è stata restituita agli aventi diritto.

Gli indagati sono solamente indiziati di delitto.

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: