Tornano le “Giornate FAI d’Autunno”, undicesima edizione. La villa del Gombo protagonista

Sabato 15 e domenica 16 ottobre l’evento nazionale di partecipazione attiva e raccolta pubblica di fondi. In Toscana tra i 28 luoghi da scoprire sarà protagonista anche la villa del Gombo. Elenco dei luoghi visitabili e modalità di partecipazione su www.giornatefai.it
Tornano le “Giornate FAI d’Autunno”, undicesima edizione. La villa del Gombo protagonista

Alla scoperta di un patrimonio sorprendente e inaspettato con il grande evento di piazza che il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS dedica ogni anno, d’autunno, al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese, con la partecipazione di tutte le Delegazioni, i Gruppi FAI diffusi e attivi in tutta la Toscana. 

Le proposta nella nostra regione,  presentata in Palazzo Strozzi Sacrati dal presidente Eugenio Giani e dalla presidente regionale FAI Rosita Galanti Balestri, spazia dall’architettura, all’arte all’artigianato, dalla tradizione alla memoria, dall’antico al moderno, dalla città alla campagna. 

Dai palazzi delle istituzioni alle architetture civili – scuole e università, e perfino porti – da chiese a dimore private, ville e castelli, dai borghi immersi nella natura a parchi, giardino botanico in città, ai laboratori artigianali. Tutto questo, e molto altro, è il patrimonio culturale della Toscana che il FAI svela al pubblico in due giorni di festa, di divertimento, ma anche di apprendimento e sensibilizzazione. 

In particolare tra i 28 luoghi da scoprire, in 17 località nelle 10 province toscane, anche la Villa del Gombo nel parco di San Rossore, storica residenza estiva dei presidenti della Repubblica e luogo di soggiorno di capi di Stato stranieri che aprirà le sue porte alle visite. 

“L’appuntamento annuale con le giornate FAI d’Autunno consente di apprezzare luoghi che per motivi diversi, solo in queste giornate possono essere fruiti-ha detto il presidente Giani- Quest’anno la centralità di un immobile pubblico di eccezione, la villa del Gombo all’interno del Parco di San Rossore, la preferita dai Presidenti della Repubblica: da Gronchi, ai toscani Ciampi e Pertini, che apprezzavano quel buen retiro in un ambiente straordinario all’interno del Parco. Con le giornate FAI tutti i cultori del  bello possono approfittare di un’occasione unica”. 

“Con questa edizione delle giornate FAI d’Autunno  si consolida la collaborazione con la Regione Toscana iniziata con le scorse Giornate FAI di Primavera  a Villa Medicea di Careggi coronate da un enorme successo”, ha detto Rosita Galanti Balestri, presidente regionale FAI Toscana. “Essere affiancanti e supportati nei nostri eventi nazionali dalla più alta istutuzione della Regione dà forza e rilevanza al nostro lavoro. Per questo ringrazio il presidente Giani per averci dato la possibilità in questa edizione delle Giornate FAI d’Autunno di aprire la residenza estiva presidenziale del Gombo nella tenuta di San Rossore ai visitatori, che saranno accolti dai volontari e apprendisiti ciceroni della delegazione FAI di Pisa. Un particolare ringraziamento ai funzionari e collaboratori della Regione che con il loro aiuto hanno reso possibile questa apertura”. 

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: