targhe false

Senza assicurazione e con targhe false: furbetto con una Bmw beccato a Siena. 1.000 euro di multa

Senza assicurazione e con targhe false. Sequestrata una BMW a un conducente che viaggiava senza assicurazione e con targhe di

Senza assicurazione e con targhe false. Sequestrata una BMW a un conducente che viaggiava senza copertura assicurativa e con targhe di un’altra autovettura applicate col nastro adesivo.

Prosegue l’attività, da parte della Polizia di Stato per verificare il rispetto delle norme del Codice della Strada. Specialmente sull’assicurazione obbligatoria e relative all’immatricolazione delle autovetture con targa straniera.

Nel pomeriggio di ieri, 26 agosto, gli agenti delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Siena, durante un posto di controllo sulla SS 73 Levante, in zona Due Ponti, hanno notato un’autovettura BMW con entrambe le targhe, anteriore e posteriore, apposte con del nastro adesivo.

Immediatamente hanno intimato l’alt al conducente. Poi identificato per un 22enne tunisino residente a Siena, per procedere al controllo.

I poliziotti hanno, quindi, verificato che alcuni giorni prima lo straniero aveva acquistato l’auto, con targa tedesca, a seguito di un contatto con il venditore su un noto social network.

Acquisto auto e targhe false: si fa tutto sui social

Successivamente, il 22enne aveva consegnato tutta la documentazione presso un’agenzia di pratiche automobilistiche per la prevista immatricolazione con targhe italiane.

Nella giornata di ieri, però, quando ancora il necessario iter non era stato ultimato, si è messo alla guida dell’auto, applicandovi due targhe italiane fornitegli da una terza persona, conosciuta su un altro noto social, relative ad un altro mezzo.

Completati gli accertamenti sulle targhe e sulla mancata immatricolazione del veicolo, gli agenti delle Volanti, hanno sequestrato l’autovettura, verificando che, tra l’altro, l’uomo viaggiava anche con patente straniera mai convertita e senza copertura assicurativa.

Le violazioni contestate al conducente e proprietario dell’auto, hanno così comportato sanzioni per un totale di oltre mille euro. Altre sanzioni, per diverse migliaia di euro saranno poi valutate, come previsto dalla normativa, in fase di accertamenti successivi da parte della Prefettura.

Continuano, ora, le verifiche per valutare le responsabilità anche di altre persone, per gli illeciti rilevati nel pomeriggio di ieri.

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: