stadera

Messaggio di solidarietà in bottiglia: asta di vini per La Stadera

È un messaggio di solidarietà dentro la bottiglia, quello lanciato dall'asta di vini per La Stadera. Oltre 50 aziende del Chianti

È un messaggio di solidarietà dentro la bottiglia, quello lanciato dall’asta di vini per La Stadera. Sono oltre 50 le aziende vitivinicole del Chianti che parteciperanno all’asta benefica di vini pregiati a favore de La Stadera cooperativa sociale Onlus. Sono vini provenienti da Greve, Panzano, San Donato in Poggio, Castellina. È la prima edizione di un evento che prenderà vita tra i profumi e le colline del Chianti sabato 3 settembre alle 18. La location è d’eccezione: il castello di Vicchiomaggio, monumento storico tra i più prestigiosi del territorio. L’iniziativa vanta la presenza del critico enogastronomico Leonardo Romanelli nel ruolo di battitore. L’evento è Inserito nell’ambito del ciclo di iniziative “Aspettando l’Expo”, nel fine settimana che precede il 50esimo anniversario dell’Expo del Chianti Classico.

L’asta benefica è ideata e promossa da La Stadera con il patrocinio del Comune di Greve in Chianti e con il sostegno di Rotary Club San Casciano Chianti, Viva Assicurazioni Allianz, Viticoltori Greve in Chianti. Mette in campo un appuntamento dedicato agli amanti del settore. Ed una gara di solidarietà i cui proventi saranno utilizzati per finanziare le attività e i progetti di carattere sociale de La Stadera. Tra cui il bar-centro polivalente #PostAzione.

Il lavoro della Stadera per il territorio

Si tratta di una realtà nata nel 2004 e costituita da un gruppo di socio-educatori che da anni lavora nel territorio del Chianti. Interviene in particolare nel settore dei minori e diversamente abili con disturbi specifici o in situazioni di disagio. La cooperativa si pone l’obiettivo di far fronte e rispondere alle esigenze e alle problematiche che emergono nel territorio. Questo attraverso progetti e interventi mirati condotti da un’equipe di operatori altamente qualificati che hanno specifiche competenze in ambito sociale. La Stadera ha costruito il suo percorso in stretta relazione con il territorio. In particolare collabora con i servizi sociali del Comune di Greve in Chianti, enti e associazioni che si muovono nel settore,

Sarà Leonardo Romanelli a battere all’asta 150 bottiglie di vari formati. Alcune delle quali del valore di circa 500 euro. Sono state messe a disposizione da I viticoltori di Greve in Chianti, I Profumi di Lamole, l’Unione Viticoltori di Panzano, I Viticoltori di Castellina, I Viticoltori di San Donato in Poggio, la Terra di Vagliagli e alcuni donatori privati.

da sx vicesindaco Giulio Saturnini, Niccolo Monnecchi organizzatore 1

«È un evento che possiamo realizzare grazie alla rete di soggetti e partner che credono nella mission della Stadera», dichiara l’organizzatore, nonché educatore Niccolò Monnecchi. «Abbiamo proposto questa iniziativa al mondo vitivinicolo. E ha offerto un importantissimo segno di solidarietà e collaborazione nei confronti degli obiettivi della Cooperativa». «Una risposta corale del mondo enologico chiantigiano. L’iniziativa arricchirà la prima edizione di un appuntamento che speriamo possa tracciare una linea di continuità nel futuro. La presenza di marchi di eccellenza nel settore vinicolo italiano è uno degli aspetti centrali e qualificanti della serata», aggiunge.

L’asta di Leonardo Romanelli con i vini del Chianti

L’asta benefica di vini pregiati de La Stadera si inquadra nella tre giorni, prevista dal 1 al 3 settembre, “Aspettando l’Expo”. L’iniziativa che precede una delle più importanti rassegne vitivinicole italiane pronte a salire sul palcoscenico di piazza Matteotti a Greve in Chianti dall’8 all’11 settembre per celebrare mezzo secolo di vita e cultura del vino. All’evento saranno presenti il sindaco e l’assessore alla Cultura del comune di Greve in Chianti.

L’asta benefica avrà inizio alle 18 e proseguirà con aperitivo e cena nella terrazza del Castello di Vicchiomaggio alle ore 20.30, arricchita dagli interventi musicali dell’artista Simone Baldini Tosi.

Per partecipare occorre effettuare l’iscrizione online: https://www.vicchiomaggio.it/.

Per informazioni e dettagli sull’iniziativa: Niccolò Monnecchi cell. 3381979614, lastaderaonlus@gmail.com.

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: