Treni per Siena ancora i peggiori della Toscana: bonus per i pendolari

I peggiori della Toscana. I treni della tratta ferroviaria Firenze Siena sono i peggiori della Toscana, seguita dall’altra senese la Siena Chiusi, per quanto riguarda l’affidabilità, Le due linee ferroviarie sono le uniche toscane ad avere diritto a maggio al bonus per abbonamenti regionali o sovraregionali. Nel 2022 il bonus matura quando l’indice è inferiore al 97.50%.

La Firenze Siena ha infatti un valore di 96.93% il peggiore in assoluto della Toscana mentre la Siena Chiusi “sale” a 97.37%. Fuori dal bonus per un soffio, la Siena Grosseto (97.68%) la Firenze Pistoia Lucca Viareggio (97.77%) e la Pisa Lucca Aulla (97.87%)

Dunque anche per il mese di gennaio gli abbonati della Firenze-Empoli-Siena, della Siena Chiusi  hanno diritto al bonus, da richiedere con le consuete modalità o da utilizzare per acquisto di nuovo abbonamento o di biglietto ferroviario.

La progressione è prevista all’interno del contratto di servizio fra Regione e Trenitalia sottoscritto a fine 2019.

Tutti gli abbonati mensili o annuali hanno diritto al bonus quando non vengono rispettati i valori della tabella con la percentuale di affidabilità (foto a lato). Il diritto al bonus scatta quando l’indice è inferiore a 97.25% e a fianco ecco gli indici del mese di dicembre 2021.

Qui il link di Trenitalia per richiedere il bonus.

I titolari di abbonamenti cartaceionline e caricati su Carta Unica Toscana:

  • Mensili Trenitalia (40/17) ordinari o isee;
  • Mensili Trenitalia (40/AS) con origine o destinazione in Toscana;
  • Mensili Integrati Pegaso (41/17);

Possono richiedere il bonus presso le biglietterie della Toscana per l’acquisto, contestuale alla richiesta, senza diritto al resto di:

  • Biglietti di corsa semplice a tariffa 39/17 e a tariffa sovraregionale AS con origine o destinazione in Toscana entro 3 mesi dalla data di mancato raggiungimento dell’indice di affidabilità della linea;
  • Abbonamenti a tariffa 40/17 e Pegaso 41/17 mensili, validi fino al 4° mese successivo al mese di mancato raggiungimento dell’indice di affidabilità della linea;
  • Abbonamenti a tariffa 40/17 e Pegaso 41/17 annuali, con inizio validità fino al 4° mese successivo al mese di mancato raggiungimento dell’indice di affidabilità della linea.

I titolari di abbonamenti cartaceionline e caricati su Carta Unica Toscana:

  • Annuali Trenitalia (40/17) ordinari o isee;
  • Annuali Trenitalia (40/AS) con origine o destinazione in Toscana;
  • Annuali Integrati Pegaso (41/17);

Possono richiedere il bonus presso le biglietterie della Toscana per l’acquisto, contestuale alla richiesta, senza diritto al resto di:

  • Biglietti di corsa semplice a tariffa 39/17 e a tariffa sovraregionale AS con origine o destinazione in Toscana entro 3 mesi dalla data di scadenza dell’abbonamento;
  • Abbonamenti a tariffa 40/17 e Pegaso 41/17 mensili, validi fino al 4° mese successivo alla data di scadenza dell’abbonamento;
  • Abbonamenti a tariffa 40/17 e Pegaso 41/17 annuali, con inizio validità fino al 4° mese successivo al mese di scadenza dell’abbonamento.

All’atto della richiesta è necessario mostrare un documento di identità valido.

In caso di rinuncia all’utilizzazione dei titoli acquistati per fatto proprio del cliente, la quota afferente al bonus regionale non sarà rimborsabile.

In alternativa, i titolari di abbonamenti mensili e annuali anche acquistati online e Pegaso possono inviare copia dell’abbonamento e modulo di richiesta del bonus tramite mail all’indirizzo bonus.drt@trenitalia.it entro il mese dalla data di scadenza dell’abbonamento.

L’importo corrispondente al bonus sarà erogato con bonifico sul codice IBAN indicato dall’avente diritto.