Caos treni, ritardi e cancellazioni in un mercoledì da dimenticare

Caos. Non c’è altra parola per descrivere la situazione che si vive alla stazione di Firenze Santa Maria Novella nel pomeriggio di oggi (15 giugno). La gente è accalcata sotto tabelloni che non funzionano, è ammassata all’inizio dei binari ad ascoltare annunci urlati con un megafono da dipendenti stoici che cercano di dare risposte a tutti. Il tutto per un guasto alla rete di comunicazioni iniziato nella mattina.

Per il sito di Trenitalia è tutto regolare da qualche ora. Forse in teoria. Nella pratica è una bolgia. Non si capisce quando e su quale binario i treni arriveranno. Quasi tutti hanno un ritardo, quando va bene di una decina di minuti, i Regionali sembrano essere dimenticati a se stessi. L’app non va, il portale è preso d’assalto. Non funziona niente. Non si capisce niente.

All’improvviso scopri che il treno che devi prendere è arrivato. Alzi gli occhi e come per magia il tabellone si è illuminato Partirai con 20 minuti di ritardo ma parti.

Sui binari continua il caos, domande senza risposte, annunci urlati nel megafono. Ma Trenitalia è tutto regolare.

Questo il comunicato di Trenitalia:

TRENI: IN RIPRESA I SISTEMI INFORMATIVI

Ritardi in riassorbimento nel corso del pomeriggio

Roma, 15 giugno 2022

Individuato e risolto il problema alla rete di comunicazione che ha impedito stamani l’utilizzo dei sistemi informativi e vendita di RFI e Trenitalia.

Dalle 14.00 la funzionalità dei sistemi è stata ripristinata ed è in progressiva ripresa dopo che dalle 9.30 il problema tecnico alla rete di comunicazione aveva obbligato a gestire alcuni processi in maniera non automatizzata e non in linea quindi con le tempistiche standard determinando ritardi e cancellazioni.

I passeggeri possono tornare ad acquistare i biglietti su tutti i canali di vendita Trenitalia, mentre sito web e App sono sempre stati sempre attivi. Anche i sistemi di informazione al pubblico sono in ripresa e in progressivo aggiornamento sebbene la completa funzionalità sarà ripristinata solo nel corso del pomeriggio.

I rallentamenti sulla circolazione ferroviaria, che hanno provocato ritardi medi tra i 30 e i 60 minuti, potranno prolungarsi con effetto domino anche nel primo pomeriggio ma saranno comunque in progressivo riassorbimento.