Sparatoria nel condominio, ritrovata la pistola. Fermo per uno dei 2 coinvolti

Per la sparatoria avvenuta ieri pomeriggio in condominio di via Baracca a Firenze, i carabinieri hanno dato esecuzione a un decreto di fermo per tentato omicidio emesso ieri sera dal pubblico ministero nei confronti di un indagato. Inoltre è stata rinvenuta una pistola cal. 7,65 nella vegetazione adiacente alla recinzione del complesso condominiale; sono stati rinvenuti 5 bossoli del medesimo calibro tra il pianerottolo e l’ingresso dell’appartamento della persona sottoposta a fermo.

L’episodio si è verificato nel primo pomeriggio di ieri (12 giugno) tra le 13 e le 13.30, all’interno delle scale condominiali di un palazzo in via Baracca, periferia Nord di Firenze. Due uomini, italiani, hanno esploso colpi arma da fuoco, l’uno all’indirizzo dell’altro. Entrambi sono stati ricoverati all’ospedale Careggi, uno è in gravi condizioni.

I due uomini coinvolti sono Francesco Vescovo 72 anni e Luigi Innocenti, 52 anni. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, Innocenti, 52 anni, fiorentino dell’Isolotto, ha suonato a casa Vescovo. Poi la sparatoria, avvenuta sembra nel vano delle scale condominiali. Vescovo, già compro oro in Borgo Ognissanti e fedina penale non immacolata, si trovava agli arresti domiciliari nell’appartamento di via Baracca 150.