Rischia di soffocare in classe con un tappo di bottiglia, ricoverato alle Scotte

Ha rischiato di soffocare per un tappo di bottiglia che gli era andato in gola. È successo stamani in una classe seconda dell’Istituto Sarrocchi-Roncalli dove, durante l’ora di lezione, uno studente di 16 anni si è messo in bocca un tappo plastica di una bottiglietta di acqua che poi gli è finito di traverso in gola.

Il ragazzo ha cercato di richiamare l’attenzione dell’insegnante. I secondi passavano e lo studente iniziava a diventare cianotico. Lui e gli altri compagni hanno hanno iniziato ad agitarsi ed è intervenuto anche un altro docente, quindi è stato chiamato il 118.

Nell’attesa dell’arrivo di medici e infermieri, un docente ha praticato una manovra con la quale sono state disostruite le vie respiratorie del ragazzo ma il tappo è rimasto all’interno del 16enne. A quel punto sono intervenuti i medici e infermieri ed è stato deciso il ricovero all’ospedale Le Scotte di Siena dove i medici del pronto soccorso sono intervenuti in gastroscopia per recuperare definitivamente il tappo.

Il ragazzo, poggibonsese, è in osservazione al nosocomio senese ma non è in pericolo di vita.