Cambia la raccolta dei rifiuti a Colle Val d’Elsa: ecco tutte le novità e il calendario degli incontri pubblici

Alessandro Fabbrini e Alessandro Donati

Cambia la raccolta dei rifiuti per incrementare quantità e qualità della differenziatarendere più efficiente il sistema di raccolta e migliorare il decoro urbano: l’amministrazione comunale di Colle Val d’Elsa, in collaborazione con Sei Toscana, danno avvio a una importante riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti. L’intervento si inserisce in una complessiva revisione dei servizi che, entro la fine dell’anno, coinvolgerà tutto il territorio comunale e riguarderà anche i comuni limitrofi.

Saranno introdotte due importanti novità per la raccolta domiciliare: la raccolta separata del vetro, per un migliore riciclo e una necessaria revisione del calendario dei ritiri porta a porta.

«Migliorare la qualità e la quantità della differenziata è un obiettivo ed un dovere che ci siamo prefissati di raggiungere perché una raccolta differenziata fatta correttamente oltre a diminuire i rifiuti inviati in discarica, garantisce un efficiente riuso delle materie prime seconde e garantisce benefici all’ambiente ed all’’economia e l’introduzione della raccolta del vetro va in proprio in questa direzione», dice il sindaco Alessandro Donati.

«Per migliorare i buoni risultati raggiunti con la riorganizzazione iniziata esattamente un anno fa, siamo infatti passati dal 46 % del 2020 al 57% dato aggiornato a Marzo 2022, è stata razionalizzato e revisionato il calendario della raccolta del Porta a Porta in modo da concentrare in due giorni alla settimana e ritiri» aggiunge Grazia Pingaro, assessore all’ambiente. «Questo permetterà anche di avere un miglioramento nel decoro urbano in quanto il porta a porta sarà effettuato in due giorni e non in cinque come avviene attualmente. Il decoro urbano sarà poi migliorato da ottobre quando saranno sostituiti tutti i cassonetti con quelli nuovi ad accesso controllato e questo cambierà totalmente l’aspetto delle postazioni di conferimento rifiuti».

A partire da domani, mercoledì 8 giugno, in tre diversi punti di consegna per servire al meglio i cittadini di Colle Alta, Colle Bassa e Gracciano (circolo Il Torrione, teatro del Popolo, circolo Oikos), i cittadini residenti nelle zone servite dal porta a porta potranno ritirare il kit composto dalla fornitura annuale di sacchi, il mastello per il vetro, la 6Card e il materiale informativo con il calendario con le nuove frequenze di ritiro del porta a porta. Il nuovo servizio di raccolta entrerà in vigore a partire da lunedì 27 giugno.

“Colle è il primo comune dove inizieremo le attività legate al nostro nuovo piano industriale e dove sarà introdotta la raccolta separata del vetro, una novità nel panorama della provincia di Siena – commenta il presidente di Sei ToscanaAlessandro Fabbrini –. Si tratta di un primo reale banco di prova per tutta l’azienda e per questo tutto il personale ha lavorato e lavorerà con ancora più impegno e dedizione per rispondere al meglio alle aspettative che il territorio, cittadini, imprese e amministratori, ripone su di noi”.

Il calendario degli incontri. Per illustrare nel dettaglio tutte le novità ai cittadini, sono in programma quattro incontri pubblici che si terranno: martedì 14 giugno, alle 18 al Palazzone in via Matteotti a Colle Alta e alle 21 al teatro del Popolo a Colle Bassa. Mercoledì 15 giugno a Gracciano, alle 18 e alle 21 al circolo Oikos.

«In Toscana quella del vetro è una filiera di riciclo a km zero, questa filiera – spiega il presidente di RevetNicola Ciolini – già oggi vede il recupero del 96% del rottame di vetro, destinando a smaltimento in discarica meno del 4%, e permette di accrescere la catena del valore del vetro a bilancio ambientale positivo. Anche Revet – conclude Ciolini – sta aumentando la propria dotazione di campane stradali dalle circa 14.000 a terra a 37.000 con una logistica sul territorio in grado di minimizzare i trasporti e ridurre al minimo le trasferenze, che a causa del carico e scarico producono frazione vetrosa troppo fine per essere riciclata».