scienza

Dai sogni della fantascienza alle sfide globali: la Scienza del mondo che verrà

Prosegue il CICAP Fest, il Festival della scienza e della curiosità, che fino a domenica 5 giugno proporrà un programma ibrido, in presenza a Padova e online, sul tema La scienza del mondo che verrà. Dai sogni della fantascienza alle sfide globali: quale domani ci attende?, con oltre 120 appuntamenti da non perdere (incontri, presentazioni, laboratori e spettacoli) con i protagonisti della scienza, della divulgazione e della cultura.

Dopo l’inaugurazione ufficiale, la seconda giornata del Festival si apre alle 9 nel Cortile di Palazzo Moroni con “Scienza, pseudoscienza e bufale nei media”, un incontro in collaborazione con Focus: una lettura critica, in compagnia di Margherita Fronte e Gian Mattia Bazzoli, delle notizie della settimana legate alla scienza, all’insolito e al misterioso.

Alle 9.25 a Palazzo Santo Stefano“Crisi, collassi e apocalissi”: con la divulgatrice scientifica Silvia Kuna Ballero e il giornalista e scrittore Fabio Deotto discuteremo di come raccontare correttamente minacce e catastrofi, partendo da energia nucleare e cambiamento climatico. Modera Fabio Deotto.

Alle 9.30 nell’Auditorium del Centro Altinate, le giovani scienziate Silvia Sironi e Carlotta Jarach presenteranno i loro progetti che mirano all’empowerment delle giovani ricercatrici nell’incontro “La scienziata è lei”Oltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Di empowerment femminile si parlerà anche alle 10.15 nell’Aula E di Palazzo del Bo, con Tiziana Catarci, professoressa ordinaria di ingegneria informatica dell’Università La Sapienza, in un incontro dedicato alle scuole sul “digital divide” di genere: la trasformazione digitale è realizzata in larga misura da uomini con una visione abbastanza omologata, ed è segnata da una drammatica disparità di genere ed etnia. Incontro con il sostegno di Assindustria Venetocentro.

Alle 10.20 in Aula Magna a Palazzo del Bo, Piero Angela racconterà in dialogo con Massimo Polidoro come “Prepararsi al futuro” con l’ausilio della conoscenza, il migliore strumento per valutare e prendere decisioni razionali. Oltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Sempre alle 10.20, in Sala Anziani a Palazzo Moroni, parleremo de “Il futuro degli oceani” con Sandro Carniel, oceanografo e Dirigente di Ricerca presso l’Istituto di Scienze Polari del CNR e del Centro NATO CMRE, e la biologa marina Marta Musso, vincitrice del premio “Donna di Mare 2022”. Modera Jacopo Pasotti.

Dalle 10.30 alle 12.30, nel Punto vendita COOP in viale della Pace, “Non è vero… e non ci credo!”, un percorso anti-superstizione con… colpo di fortuna finale. Ci sarà ancora spazio nel futuro per credenze antiquate quali la jella e la superstizione? Chi partecipa al CICAP Fest ha già superato questo tipo di credenze e chi vuole mettersi alla prova avrà un’occasione per farlo a questo speciale evento in collaborazione con Coop Alleanza 3.0.

Alle 11.00, nell’Auditorium del Centro Altinate“Andiamo verso un mondo di complotti?”: parleremo di teorie del complotto con Bruno Gabriel Salvador Casara del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (Università di Padova), con Sebastiano Moruzzi, professore associato di filosofia e teoria dei linguaggi presso l’Università di Bologna, e con Fabiana Zollo, ricercatrice e docente di Informatica all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Oltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Alle 11.15 a Piazza Eremitani, “L’arte della magia”: i prestigiatori Raul Cremona e Alex Rusconi proporranno al pubblico una chiacchierata sull’arte della magia da intrattenimento, sfatando luoghi comuni sul mondo dei prestigiatori e cercando di dimostrare, anche con esperimenti pratici, che l’arte magica ha la stessa dignità delle altre forme di spettacolo e di molte discipline scientifiche.

Alle 11.45 nell’Aula Magna di Palazzo del Bo, Sir Michael Marmot, professore di epidemiologia e sanità pubblica presso l’University College di Londra e direttore dell’UCL Institute of Health Equity, condurrà un incontro su “La medicina del futuro” e, in particolare, sull’importanza di diffondere strumenti di salute efficaci per migliorare le condizioni di vita presso le popolazioni più svantaggiate, in collaborazione con l’Università di Padova. Modera Fabio TuroneOltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Alle 11.50 in Aula E di Palazzo del Bo, il climatologo e geofisico Michael Mann, in un esclusivo dialogo con il giornalista Rudi Bressa, ci parlerà de “Il futuro della ricerca sul climate change e di come la disinformazione abbia ritardato le azioni da intraprendere per mitigarne gli effetti. Incontro in streaming.

Alle 12.00 nel Cortile di Palazzo Moroni, con il microbiologo Donato Giovannelli, il geologo e giornalista scientifico Jacopo Pasotti e la climatologa Elisa Palazzi scopriremo come nei ghiacci si celi il futuro del clima e quale sia il ruolo dei microrganismi estremofili, nell’incontro “Il futuro del clima nascosto nei ghiacci”.

Alle 12.35 nell’Auditorium del Centro Altinate, si parlerà invece del futuro dell’immunoterapia contro il cancro oggi, fra aspettative e realtà, nell’incontro “Ricerca sul cancro: che cosa ci attende?” con Maria Rescigno, Professoressa ordinaria di Patologia Generale, in un incontro a cura di Fondazione Pezcoller. Modera Margherita Fronte. Oltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Sempre nell’Auditorium del Centro Altinate, alle 14.00, “Spazio: la nuova frontiera”: come sarà la “nuova frontiera” dell’umanità? Cosa si aspetta realmente la scienza, relativamente all’esplorazione spaziale del mondo che verrà? Un incontro speciale con l’astrofisica Simonetta Di Pippo, la “Signora italiana dello spazio”, già Direttrice dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico oltre che prima donna Direttore nella storia dell’ESA, l’agenzia spaziale europea, oggi Direttore dello Space Economy Evolution Lab dell’Università Bocconi. Modera l’astrofisico Luca PerriOltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Alle 14.15 in Aula E a Palazzo del Bo, in un incontro a cura del giornalista e divulgatore Federico Taddia, ricorderemo a 100 anni dalla sua nascita una grande scienziata che ci ha lasciato: Margherita Hack, che fu tra coloro che incoraggiarono fin da subito la nascita del CICAP. Un’occasione per ricordarla e per celebrarne la memoria.

Alle 14.20 nel Cortile di Palazzo Moroni, nell’incontro “Seveso: la Chernobyl d’Italia”Matteo Liuzzi e Niccolò Martin, moderati da Massimo Polidoro, ricorderanno l’incidente quasi dimenticato di Seveso, ricostruendo la storia della tragedia consumatasi tra le mura della fabbrica chimica ICMESA. Incontro in collaborazione con Audible.

Alle 15.15, nell’Auditorium del Centro Altinate, con Francesco Perrone, Presidente eletto AIOM (Associazione Italiana Oncologia Medica), e Giuseppe Costa, professore ordinario di Sanità Pubblica all’Università di Torino e co-fondatore di CCW – Cultural Welfare Center, cercheremo di capire perché “La salute non è uguale per tutti”, anche nei Paesi in cui esiste un sistema sanitario nazionale pubblico, come l’Italia, in un evento a cura di Fondazione AIRC per la ricerca sul cancroOltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Alle 15.45, in Aula Nievo a Palazzo del Bo, ricorderemo un altro grande amico del CICAP Fest, un modello di giornalismo scientifico: Pietro Greco, prematuramente scomparso, il cui lavoro a Il Bo Live, testata dell’Università di Padova da lui diretta, sarà ricordato dalla nuova caporedattrice, Elisabetta Tola, assieme a Daniele Mont D’ArpizioValentina Berengo e altri membri della redazione, in occasione della pubblicazione di una raccolta dei suoi articoli più significativi.

Sempre alle 15.45, ma nel Cortile di Palazzo MoroniGiulia Cuter e Giulia Perona, rispettivamente esperta di marketing editoriale e giornalista, in dialogo con la moderatrice Federica D’Auria, spiegheranno come non rimanere prigioniere di modelli e stereotipi sociali e familiari in un mondo, quello contemporaneo, in cui le questioni “femministe” sono diventate ormai quotidiane, e non si deve più temere di non esserne all’altezza. Incontro in collaborazione con Audible.

Alle 16.00, nell’Aula Magna di Palazzo del BoMitchell Valdes-Sosa, direttore dell’Istituto di Scienze de L’Avana, farà luce insieme al neuroscienziato Sergio Della Sala sulla misteriosa Sindrome

neurologica riscontrata in alcuni diplomatici americani di stanza a Cuba, in un evento in collaborazione con l’Università di Padova in occasione delle celebrazioni dei suoi 800 anni. Oltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Alle 16.40 in Piazza Eremitani, il noto comico e podcaster Saverio Raimondo, presentato da Massimo Polidoro, racconterà a tutti gli ospiti del CICAP Fest cosa passa per la mente di un ipocondriaco che decide di sottoporsi a tutti gli esami possibili per accertare il suo stato di salute nell’evento “Da uno bravo”, in collaborazione con Audible.

Alle 17.00 il CICAP Fest “sconfina” a Rovigo, a Palazzo Roncale: il genetista Guido Barbujani affronterà il tema delle teorie della razza, che hanno generato sofferenze e conflitti, e che si sono rivelate del tutto irrealistiche, alla luce delle scoperte della biologia.

Sempre alle 17.00, a Padova nell’Auditorium del Centro Altinate, il fumettista Leo Ortolani, papà del celebre Rat-Man che quest’anno compie 25 anni, parlerà con Luca Perri Francesco Lancia di scienza nei fumetti e di come, con l’ironia – come nel caso di Misterius – sia possibile smontare bufale e falsi misteri.

Alle 17.45 in Aula Magna di Palazzo del Bo, verrà consegnato il premio “In difesa della ragione” a Valentina Petrini. Il riconoscimento viene assegnato ogni anno dal CICAP ai giornalisti che si distinguono con il loro lavoro nella promozione del pensiero razionale e scientifico. Valentina Petrini sarà ospite di un secondo incontro, domani domenica alle 10.30 all’Auditorium del Centro Altinate, con il cantante DiodatoOltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Sempre alle 17.45, a Palazzo Santo Stefano, con la storica della scienza Giulia Rispoli, in collegamento streaming, esploreremo il concetto stesso di Antropocene, per cercare nuovi modi di raccontare il cambiamento climatico.

Alle 18.00, in Aula E a Palazzo del Bo, con Lee McIntyre, Research fellow al Center for Philosophy and History of Science della Boston University che da sempre si interroga sui meccanismi che alterano la nostra percezione e accettazione della realtà, racconterà come parlare con chi nega la scienza, riprendendo alcune esperienze personali, dopo incontri con terrapiattisti e negazionisti. Incontro in streaming.

Alle 18.45 nell’Auditorium del Centro Altinate, la giornalista scientifica russa Alexandra Borissova parlerà di “Bugie di guerra” e di come funziona la disinformazione con la ricercatrice Fabiana Zollo,  esperta di flussi informativi sui social media, e con Marta Ottaviani, giornalista dell’Avvenire. Oltre che in presenza, sarà possibile seguire l’incontro anche in streaming sul sito e sulla pagina Facebook del CICAP Fest o sul canale YouTube del CICAP.

Chiude la giornata alle 21.00 nell’Auditorium dell’Orto Botanico il CICAP Fest “Comedy Club”, con alcune tra le più brillanti stelle della stand up comedy italiana: Francesco Lancia, Francesco De Carlo, Maria Di Biase, Corrado Nuzzo, Daniele Fabbri, Chiara Galeazzi, Michela Giraud, Saverio Raimondo. Una serata di comicità a tema scienza, futuro e razionalità con un gruppo di comici quasi tutti laureati.

Nel corso della giornata sarà inoltre possibile partecipare alle experience organizzate dai partner del CICAP Fest: l’escape room digitale “Vinci contro il fumo!”, a cura di Fondazione Umberto Veronesi in collaborazione con Musme e dedicata al tabacco e a nuovi device del fumo, l’investigation game “Giallo al Musme”; l’appuntamento interattivo “Pandemia – Scrivi la tua storia… in piazza!”, a cura di Fondazione Umberto Veronesi; i laboratori per bambine e bambini “Energia per il futuro”, “Natura metropolitana” e “Opere d’ingegno” a cura dell’Orto Botanico di Padova; le attività “Magia al parco!” al parco Milcovich per famiglie, bambine e bambini dagli 8 anni in su, a cura dei prestigiatori del CICAP Fest in collaborazione con “Arcella Bella”; lo spettacolo “Lo scienziato giocoliere show”, con Geo il giocoliere, a cura di Accatagliato; il workshop “Giocare alla Complessità” in collaborazione con Play, con Andrea Ligabue e Matteo BisantiPer informazioni su iscrizioni e biglietti: www.cicapfest.it/programma

A partire delle 11.00, in uno speciale “speaker’s corner”, previsto sul plateatico dello storico Caffè Pedrocchi, durante la giornata ricercatori e studiosi risponderanno in 15 minuti alle “grandi domande” poste dal pubblico sui social media del CICAP relativamente alla scienza del futuro: genetica, medicina, spazio, tecnologia, sociologia, neuroscienze… in una serie di appuntamenti moderati dal divulgatore Marco Martinelli.

Anche sabato 4 giugno sarà possibile visitare in anteprima la mostra curata da Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro“Ricercalcubo – Tutte le facce della ricerca sul cancro”. Una mostra interattiva che, attraverso installazioni multimediali e sotto la guida esperta di divulgatori scientifici, permetterà la scoperta di storie che vanno dalle prime osservazioni e tentativi di cura dei tumori alle più attuali ricerche condotte da scienziati e scienziate nei laboratori di tutto il mondo. Strade e storie di scoperte e ricerche quasi mai lineari, che si incrociano e si incontrano nei laboratori che svolgono ricerca di base, condurranno i visitatori alla scoperta di alcune delle tappe principali della conoscenza nella lotta ai tumori. La mostra rimarrà visitabile fino a domenica 5 giugno.

Programma completo su http://www.cicapfest.it/programma.

Gli eventi del CICAP Fest sono per la quasi totalità a ingresso libero, fino a esaurimento posti.

Il Comitato scientifico

Shaul Bassi (direttore dell’International Center for the Humanities and Social Change, Università Ca’ Foscari, Venezia), Elisabetta Bernardi (biologa nutrizionista, autrice storica di SuperQuark, docente di Antropometria, Università degli studi di Bari Aldo Moro), Enzo Crupi (docente di Logica e Filosofia della scienza all’Università di Torino, direttore Centro di Logica, Linguaggio e Cognizione), Sergio Della Sala (docente di Human Cognitive Neuroscience, Università di Edimburgo – Gran Bretagna – e Presidente del CICAP), Lorenzo Montali (docente di Psicologia Sociale, Università di Milano-Bicocca, Vice-Presidente del CICAP), Elisa Palazzi (ricercatrice Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima / ISAC presso il Cnr e Docente di Fisica del clima, Università di Torino), Antonella Viola (docente di Patologia Generale, Università di Padova, e Direttrice Scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica – IRP – Città della Speranza).

Promotori e sostenitori

Il CICAP Fest è promosso dal CICAP in collaborazione con il Comune di Padova, l’Università di Padova, la Provincia di Padova, la Camera di Commercio di Padova e VenicePromex, e Regione del Veneto; con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e RovigoAudible come Partner; Coop Alleanza 3.0 e AcegasApsAmga come Sponsor, con il contributo incondizionato di Fondazione MSD e con il sostegno di Unicredit; Assindustria Venetocentro, Fondazione Umberto Veronesi, Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro, Fondazione PezcollerIstituto Mario Negri, Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, Orto botanico di Padova e Musme come Partner istituzionali; con la Media partnership di Focus, Il Mattino di Padova, RAI RADIO 3 Scienza, TV7, ilBoLive, PLaNCK! e in collaborazione con laFeltrinelli; Zeta Group e Forpress come Sponsor tecnici.

Che cosa è il CICAP

Il CICAP (Comitato italiano controllo affermazioni sulle pseudoscienze) è un’associazione educativa e pedagogica, fondata nel 1989 da Piero Angela e da altre personalità del mondo della scienza e della cultura tra cui Margherita Hack, Umberto Eco, Rita Levi Montalcini, Silvio Garattini, Carlo Rubbia e Umberto Veronesi, per favorire la diffusione di una mentalità scientifica e contrastare pseudoscienze, irrazionalità e superstizione. Il lavoro formativo del CICAP è riconosciuto dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca.

Per informazioni

Sito: www.cicapfest.it

Facebook: facebook.com/CICAPfest

Instagram: instagram.com/cicap_fest

Telegram: t.me/CICAPFestInfo