Arte rivoluzionaria a Firenze, apre Let’s Get Digital!


Apre  Let’s Get Digital! il nuovo progetto espositivo che porta negli spazi della Strozzina e del cortile di Palazzo Strozzi la rivoluzione dell’arte degli NFT e delle nuove frontiere tra reale e digitale attraverso le opere di artisti internazionali quali Refik Anadol, Anyma, Daniel Arsham, Beeple, Krista Kim Andrés Reisinger.La mostra, curata da Arturo Galansino (Direttore Generale, Fondazione Palazzo Strozzi, Firenze) e Serena Tabacchi (Direttrice MoCDA, Museo d’arte digitale contemporanea), presenta un percorso tra installazioni digitali ed esperienze multimediali create da artisti che esprimono le nuove e poliedriche ricerche della Crypto Art, basata sul successo degli NFT, certificati di autenticità digitali che stanno ridefinendo i concetti di unicità e valore di un’opera d’arte.Let’s Get Digital! è aperta tutti i giorni compresi i festivi, dalle 10.00 alle 20.00 e tutti i giovedì fino alle 23.00.

Punto di partenza per la mostra è l’installazione site specific per il cortile di Palazzo Strozzi di Refik Anadol con un’inedita relazione tra architettura digitale e fisica attraverso un’esperienza ipnotica e multisensoriale. A questa installazione si lega il percorso nelle sale della Strozzina, dove ogni singolo ambiente propone opere e installazioni immersive create dagli artisti coinvolti. Beeple, con le sue iconiche opere, unisce politica e cultura pop. Con la sua ricerca Daniel Arsham rinnova l’idea di scultura attraverso una continua e perpetua trasformazione e distruzione. Krista Kim ci invita a entrare in uno spazio di immagini distopiche e rassicuranti allo stesso tempo. Andrés Reisinger unisce poesia, suono e immagini in un’esperienza meditativa.


Infine, il collettivo Anyma propone un landscape fisico e visivo site specific per uno degli ambienti della Strozzina.Per avvicinarsi all’arte digitale, ogni lunedì alle 18.00 è possibile partecipare ad ABCDigital, una speciale introduzione alla mostra della durata di 30 minuti nel cortile di Palazzo Strozzi di fronte alla grande opera di Refik Anadol. Verranno chiariti alcuni concetti come criptoarte, NFT, Blockchain, criptovaluta, andando a conoscere da vicino alcuni dei protagonisti dell’arte digitale.

L’attività è gratuita con il biglietto di ingresso alla mostra ed è obbligatoria la prenotazione. Giovedì 9 giugno alle ore 16.00 nel cortile di Palazzo Strozzi avrà luogo un speciale incontro di Corpo libero, il progetto di Palazzo Strozzi in collaborazione con Dance Well – movimento e ricerca per il Parkinson dedicato all’inclusione delle persone con il Parkinson. Il gruppo si approprierà del cortile di Palazzo Strozzi, instaurando un dialogo con la grande opera di Refik Anadol Machine Hallucination – Renaissance Dreams attraverso la danza, dando vita a un’esperienza che mette in relazione le persone, l’opera e lo spazio.

#palazzostrizzi #firenze