Disagi insostenibili, la rabbia dei cittadini per il nuovo stop ai lavori in via Sangallo

«A nome del Comitato vogliamo esprimere tutto il nostro disappunto per l’ennesimo stop ai lavori che allunga il disagio dei residenti e in maniera particolare di tutti coloro che abitano in quelle case nelle quali non è possibile parcheggiare e scaricare la spesa e in alcuni casi di potere avvicinarsi per far scendere o salire anziani non autosufficienti», commenta Bernardo Bardaro portavoce del Comitato alla notizia del nuovo stop del cantiere di via Sangallo.

«Vogliamo segnalare anche la pericolosità della mancanza di marciapiedi per alcuni metri in prossimità del numero 27, che obbliga i pedoni a camminare nel mezzo della carreggiata. Il primo cittadino disse che i disagi si sopportano quando si ha un cantiere in casa ma se il disagio diventa insostenibile si manda a casa il costruttore e si chiedono i danni».

«Questo stop è l’ennesima dimostrazione di quanto denunciavamo mesi fa, il più totale pressappochismo e menefreghismo nei confronti dei residenti della zona. A proposito, la data di conclusione dei lavori è prevista per il 3 luglio 2022 e a oggi non è stato completato nemmeno 1/4 del tratto. A voi le conclusioni», conclude il Comitato di cittadini.

#comitato #tutela #viasangallo #rabbia #cittadini