Ha 3 merli in gabbia come richiamo: denunciato a Vicchio

E’ stato scoperto con 3 merli vivi in gabbia. E’ stato denunciato in quanto i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Borgo San Lorenzo, che hanno eseguito un sopralluogo a seguito di una segnalazione di detenzione di avifauna in condizioni non idonee presso un immobile nel Comune di Vicchio (Fi), hanno il sospetto che gli uccelli siano frutto di cattura e non provengano da allevamento.

I carabinieri forestali hanno trovato numerose gabbie per uccelli, che il proprietario dichiarava di aver utilizzato per l’allevamento di richiami vivi, attualmente cessato. Il soggetto spiegava ai militari di detenere solo tre esemplari di merlo, detenzione che giustificava producendo copia dell’istanza di autorizzazione per allevamento di uccelli da utilizzare come richiami vivi, presentata alla Regione Toscana, che tuttavia non era stato ancora autorizzato.

I tre esemplari di merlo, non ancora adulti, erano detenuti presso l’abitazione dell’uomo, all’interno di una gabbietta delle dimensioni di circa 20×30 cm con altezza di circa 25 cm. La gabbia era fornita di cibo e acqua, ma le dimensioni non erano adeguate ad ospitare tre merli. Gabbie di tale tipo vengono infatti di solito utilizzate per la detenzione di un solo uccello durante l’attività venatoria.

Circa l’origine dei tre uccelli, il soggetto produceva un documento a sua firma, attestante la provenienza di otto merli dall’allevamento di uccelli da utilizzare come richiami vivi, di sua proprietà.

I Carabinieri forestali chiedevano che venisse loro mostrato il luogo dove si trovavano gli altri uccelli dell’allevamento, da cui sarebbero nati anche gli altri indicati nel documento esibito. Tuttavia il luogo del presunto allevamento risultava in realtà chiuso e l’immobile non più nella sua disponibilità. Il soggetto dichiarava inoltre di non avere altri esemplari oltre ai tre poiché riferiva che ignoti ne avevano aperta la gabbia, facendoli volare via.

Appariva chiaro ai militari che la detenzione dei tre merli fosse riconducibile ad una illecita cattura in natura, con plausibile sottrazione dei piccoli dal nido.

#vicchio #merli #richiamo #gabbia