L’Emporio Solidale Certaldo apre le porte alla Casa delle Associazioni (le foto)

L'Emporio Solidale Certaldo apre le porte alla Casa delle Associazioni

Un vero e proprio negozio, con scaffali dove scegliere i propri prodotti preferiti, ma anche un luogo dove la solidarietà e la mano tesa delle associazioni fanno la differenza. L’Emporio Solidale Certaldo è realtà. E’ stato inaugurato nel pomeriggio di oggi, sabato 2 aprile , nei locali all’interno della Casa delle associazioni, al civico 65 di viale Matteotti.

Dopo la firma dell’accordo di collaborazione per l’organizzazione della gestione della struttura, avvenuta nel luglio scorso, le associazioni locali Misericordia, Croce Rossa Italiana, Prociv Arci e Caritas, insieme al Comune di Certaldo e in collaborazione con Fead, Le dodici ceste, la Fondazione Il cuore si scioglie e Re.So. Recupero Solidale, sono pronte a offrire una nuova modalità di supporto alle famiglie che rientrano nelle fasce più fragili della popolazione. Insieme, con una gestione condivisa e unitaria.

L’obiettivo del progetto, promosso con il coordinamento del servizio sociale di Certaldo e della Società della salute Empolese Valdelsa Valdarno, è dare una risposta concreta e tempestiva all’impoverimento economico, più che mai accentuato dall’emergenza Covid-19, rispondendo alle richieste di sostegno di chi non ha reddito o lavoro o di chi, nonostante abbia un’occupazione, è costretto a vivere al di sotto della soglia di povertà.

Il tutto favorendo il senso di inclusione sociale, sensibilizzando sull’importanza di contrastare lo spreco grazie alla collaborazione con Re.So. e promuovendo la partecipazione e la diffusione del senso di responsabilità di tutti per la lotta alla povertà e all’emarginazione. Una missione, quest’ultima, centrata fin dall’inaugurazione della struttura che ha visto la partecipazione di molti certaldesi, oltre che del sindaco Giacomo Cucini, dell’assessora regionale Serena Spinelli, con delega fra l’altro a Iniziative per il welfare regionale, di Barbara Biagini, P.O. Adulti e stato di bisogno della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa, dei rappresentanti delle associazioni e dei partner coinvolti.

«Oggi abbiamo festeggiato insieme alle nostre preziose associazioni un importante traguardo – sottolinea il sindaco Cucini – L’apertura dell’Emporio Solidale Certaldo è un aiuto concreto per le famiglie in difficoltà, un ulteriore sostegno pensato mettendo al centro la dignità, intesa anche come possibilità di scegliere i prodotti che più si preferisce consumare e di andare a fare la spesa. L’inaugurazione dell’Emporio arriva al termine di un percorso che ha visto agire insieme realtà differenti, dalla sanità all’associazionismo, al fianco dell’amministrazione comunale. Il risultato è un progetto di inclusione sociale, reso possibile proprio dal gioco di squadra di chi ha scelto ancora una volta di impegnarsi per gli altri».

“Grazie al Comune di Certaldo e tutti gli enti e le associazioni che hanno reso possibile l’apertura di oggi e porteranno avanti le attività dell’Emporio solidale, un nuovo punto di riferimento per il territorio per dare un sostegno concreto a chi si trova in situazioni di difficoltà e di povertà alimentare. In particolare per essere riusciti nella scelta di rafforzare il lavoro di rete e della sinergia con gli enti locali e i servizi sociali territoriali», dichiara l’assessora regionale Spinelli

«È un aspetto sempre più importante, che anche la Regione vuole incentivare, per l’integrazione tra le iniziative dele reti di solidarietà e i percorsi di presa in carico dei servizi, per il superamento e la prevenzione delle situazioni di povertà, per la reinclusione e il sostegno all’autonomia. È grazie a questa sinergia che si possono attivare tutte le energie e le risorse sociali presenti nostre comunità, intorno ai bisogni delle persone e ad obiettivi di lotta alle povertà e di inclusione e coesione sociale».

«L’inaugurazione dell’Emporio Solidale Certaldo rappresenta per tutta la comunità un evento di particolare importanza in quanto è sì un emporio solidale come ce ne sono molti in Italia, ma si distingue per come è nato e per la sua programmazione», evidenzia Fabio Mangani, in questa fase presidente dell’Emporio, a nome delle quattro associazioni

«Nasce in un territorio dove erano e sono presenti quattro associazioni che lavorano in rete e che hanno deciso, in accordo con i servizi sociali e l’amministrazione, di realizzare un solo punto di raccolta e distribuzione per le tante famiglie in difficoltà. Una scelta unica nel suo genere in tutto l’Empolese Valdelsa, della quale siamo orgogliosi. In più, grazie alla collaborazione con Re.So., vogliamo innescare un meccanismo virtuoso di recupero e valorizzazione dei prodotti alimentari combattendo lo spreco».

«L’apertura dell’Emporio Solidale è una di quelle risposte innovative ai nuovi bisogni di povertà alimentare, con un valore aggiunto per quanto riguarda la struttura di Certaldo: è l’espressione unica delle quattro associazioni Misericordia, CRI, Caritas e Prociv Arci presenti sul territorio, che fino a oggi avevano gestito in modo autonomo la distribuzione dei pacchi alimentari», spiega Biagini.

«E’ stato un percorso lungo e faticoso, iniziato da una telefonata che mi fece nell’ottobre 2020 il sindaco Cucini. Da lì c’è stato un lavoro continuo, costante e di confronto che il Servizio sociale ha portato avanti con le associazioni e con l’amministrazione. Il Servizio sociale è stato presente in tutta la fase di costruzione, c’è oggi e ci sarà domani in tutto il percorso di valutazione delle situazioni di fragilità e vulnerabilità, in quanto l’Emporio risponde ai valori propri della nostra professione, che va oltre l’assistenzialismo sostenendo i principi di autodeterminazione, autonomia e dignità umana».

“Siamo felici oggi di partecipare all’inaugurazione di questo spazio – afferma la Fondazione Il Cuore si scioglie – Si tratta per noi di un luogo di accoglienza e incontro, che abbiamo sostenuto fin dalla progettazione, mettendo a disposizione la nostra esperienza ed i nostri sistemi informativi, oltre alla donazione di supporti fisici e alla formazione dei volontari. Come Fondazione il Cuore si scioglie e sezione soci Coop Certaldo, riteniamo importante far parte della rete solidale che si occupa degli ultimi e continueremo a stare al fianco dell’Emporio della Solidarietà di Certaldo anche in futuro».

«Sono felice di vedere che sta iniziando un nuovo metodo di assistenza ai bisogni delle famiglie in difficoltà economica – dice Sandro Cappella, referente di zona dell’Associazione Banco Alimentare della Toscana onlus Firenze, tra le associazione destinatarie dei fondi Fead per la Toscana – Si tratta di un metodo che prevede un modo più personalizzato, anziché con pacchi preconfezionati dai volontari della struttura. Auguro che questa iniziativa dia buoni frutti». 

“Non possiamo che esprimere soddisfazione per la nascita di un nuovo Emporio Solidale – ribadisce Marinella Catagni, presidente dell’associazione Re.So. – E’ una nuova esperienza che arricchisce la rete delle associazioni di volontariato. Recupero Solidale è parte importante di questa rete, nella quale porta valori come solidarietà sociale, cultura di ogni forma di recupero, lotta allo spreco. Con questo Emporio dobbiamo continuare insieme la strada che garantisce sostegno a soggetti che si trovano in condizioni di difficoltà, in un’ottica comune finalizzata alla rilevazione dei bisogni».

L’Emporio Solidale Certaldo sarà aperto, a partire da mercoledì 6 aprile, il lunedì e il venerdì dalle 9 alle 12 e il mercoledì dalle 16.30 alle 19.30: saranno disponibili tutti i beni di prima necessità alimentari, i prodotti per l’igiene personale e della casa, quelli specifici per i più piccoli e, in caso emergano specifiche necessità durante i colloqui con gli utenti, anche prodotti  per coloro che soffrono di allergie alimentari.

L’intenzione delle associazioni, alla luce delle risorse messe a disposizione dal Comune anche grazie a una generosa donazione ricevuta da privati destinata a spese per il sociale, è quella di venire incontro alle esigenze degli utenti, superando la logica del pacco alimentare ‘uguale per tutti’. Per ulteriori informazioni in merito alle modalità di accesso e al funzionamento dell’Emporio è possibile inviare una mail all’indirizzo emporiosolidalecertaldo@gmail.com oppure rivolgersi alle quattro associazioni, in particolare ai centro di ascolto di Misericordia e Caritas, o ai Servizi sociali.

#emporio #solidale #certaldo #associazioni

Seguici
RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: