Radicondoli sogna una nuova palestra con i fondi del Pnrr

Luca Moda

Una nuova palestra per tutto il paese. Con i fondi del Pnrr, dare un volto completamente nuovo alla palestra della scuola. E’ l’obiettivo dell’amministrazione comunale di Radicondoli che per questo ha partecipato al bando “Pnrr Bando Futura, la Scuola per l’Italia di domani Missione 4: Istruzione E Ricerca – Investimento 1.3: Piano per le infrastrutture per lo sport nelle scuole” presentando la candidatura per la palestra della nuova scuola di Radicondoli.

Nel progetto presentato l’intervento sull’edificio scolastico attuale prevede la demolizione e la ricostruzione con il mantenimento di alcune parti dell’edificio originale della scuola. La struttura della palestra è prevista in legno. La parte impiantistica deve essere realizzata ex novo, per la parte termica tutto il nuovo edificio dovrà essere collegato alla rete esistente di Teleriscaldamento. In sostanza la palestra dovrebbe diventare l’edificio principale che fronteggia la strada e che si relaziona con il centro abitato.

«E’ un obiettivo importante quello che ci siamo dati che va verso la riqualificazione dei servizi per i cittadini. La scuola è centrale – osserva Luca Moda, vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici- Il Pnrr dà delle opportunità, noi cerchiamo di coglierle, speriamo di poter aver modo di accedere a queste importanti risorse, partecipando al bando ci proviamo».

Il progetto presentato prevede la nuova palestra al posto dell’edificio principale della scuola, al livello della strada, mentre la finalità è quella per cui gli edifici scolastici si sviluppino sul resede della palestra attuale, sul livello piazzale ed in parte al livello strada. Sarà previsto un ingresso principale che darà accesso a tutte le funzioni principali e ulteriori ingressi che rendano indipendenti alcune funzioni: la palestra, per esempio, nel progetto presentato è dotata di due ingressi separati.

L’idea della nuova palestra è parte integrante di un progetto più ampio che riguarda tutta la scuola e di cui l’amministrazione ha già elaborato il progetto di fattibilità tecnico economica per la riqualificazione della struttura. «La scuola attuale occupa una parte importante dell’edificato subito a ridosso del centro storico, una presenza importante che occupa una superficie che ne permette l’ampliamento dato che il resede scolastico su cui insiste è ampio» fa notare Moda.

«Non solo, l’edificio della scuola attuale si trova in un potenziale crocevia di percorsi pedonali esistenti e futuri. Il che rende l’isolato a tutti gli effetti un pezzo di centro urbano. Tali potenzialità connettive hanno avvalorato le scelte di intervenire sull’esistente. Perché la scuola è parte della città, del borgo. E vogliamo valorizzarlo, ma anche continuare a tenerlo legato al borgo storico di Radicondoli».

Nel progetto di fattibilità della scuola l’ingresso al complesso avviene al livello strada dal quale si sviluppano l’ala destinata alla scuola primaria di secondo grado e la palestra, che ha l’ingresso indipendente dalla scuola. Al piano piazzale si sviluppano invece la scuola primaria di primo grado, la scuola d’infanzia, l’asilo nido, i servizi, compresa la cucina con la mensa oltre agli spazi esterni.

#radicondoli #palestra #pnrr