Tartassati dalle multe, ecco quanto incassano i Comuni

Multe, una voce di bilancio determinante per i Comuni italiani. Un esempio su tutti, Monticiano che nel 2020 ha elevato contravvenzioni per 561mila euro pari a 370,58 euro a testa di ciascun abitante. Il più elevato della Toscana, tra i più alti dell’Italia tanto da essere al 17esimo posto. Ovviamente non tutte le multe sono state elevate ai poco più di 1.500 residenti, ma ad essere multati sono soprattutto gli automobilisti della Siena Grosseto.

Sono i dati elaborati dalla fondazione Openpolis su informazioni dei bilanci dei Comuni su quanto incassano i comuni italiani da multe e sanzioni. Al pari di tasse e imposte, le multe derivate da controllo degli illeciti rappresentano un’entrata per le amministrazioni locali che può avere una certa rilevanza nei bilanci.

ComuneEntrate multe (euro)Entrate procapite (euro)
Monticiano 561.803,58370,58
Firenze 49.765.607,78 138.33
Siena8.741.271,03161,29
Montespertoli255.698,1719,37
Colle Val d’Elsa 311.657,3214,39
San Gimignano 96.896,0412,93
Poggibonsi 325.108,6711,34
Greve in Chianti 142.604,9510,59
Montaione 35.733,310,13
Monteriggioni 54.349,095,45
San Casciano Val di Pesa 64.597,153,86
Certaldo 46.700,572,98
Castelfiorentino 41.066,572,38
Gambassi 8.062,261,67
Empoli 51.425,361,06
dati elaborazione Fondazione Openpolis

Nell’anno in cui è scoppiata pandemia è stata potenziata la presenza delle forze dell’ordine all’interno delle città per far rispettare agli abitanti le norme anti-contagio. Il corpo dei vigili urbani fa direttamente capo alle amministrazioni locali e tra le numerose funzioni che ricopre c’è il controllo e la repressione degli illeciti.

Per i comuni, le multe e le sanzioni rappresentano una fonte di entrata come le tasse e le imposte pagate dai contribuenti e possono avere anche un peso rilevante sui bilanci.

Le infrazioni stradali più multate sono quelle per eccesso di velocità.

L’eccesso di velocità è l’illecito stradale più multato con 564.352 contravvenzioni. Seguono quelli legati al mancato uso della cintura di sicurezza (74.996) e quelli relativi all’utilizzo dell’auricolare o del vivavoce (39.323).

Tra le grandi città, Firenze è quella che incassa di più dalle multe e dalle sanzioni

Tra i comuni con più di 200mila abitanti, Firenze è quello che nel 2020 riporta le entrate maggiori con 138,33 euro pro capite. Dopo il capoluogo toscano troviamo Bologna (106,54), Padova (92,95) e Milano (86,72). Le tre città che incassano di meno per multe e sanzioni sono Genova (43,08 euro pro capite), Bari (29,15) e Trieste (26).

Bologna è tra le città più popolose quella in cui questa voce incide maggiormente sulle entrate, con un valore pari al 5,58% sul totale. Seguono Padova con il 5,39% e Firenze con il 4,12%. Al contrario, tre comuni riportano valori inferiori al 2% e sono Venezia (1,64%), Torino (1,30%) e Trieste (1,19%). Verona registra un aumento delle entrate per multe del 44% in quattro anni

L’andamento delle entrate pro capite per multe, sanzioni e ammende dal 2016 al 2020 di cinque grandi città italiane

Ad eccezione di Verona, gli andamenti dei comuni italiani considerati risultano essere piuttosto simili fino al 2019. A Verona negli ultimi quattro anni gli incassi per le multe sono aumentati del +44,81%. Seguono Firenze (+21,35%) e Bologna (20,12%). La città di Padova riporta una crescita irrisoria (+0,05%) mentre Milano negli anni considerati registra una diminuzione del 25,62%. Verona è anche la città che riporta l’aumento maggiore rispetto al 2019 (+12,56%).

Ampliando l’analisi all’intera penisola, in media le amministrazioni comunali italiane hanno registrato delle entrate pari a 12,62 euro pro capite. I comuni che hanno in media incassato di più per multe e sanzioni sono quelli liguri (26,76 euro pro capite), quelli veneti (26,69) e quelli pugliesi (21,95). Al contrario, riportano i valori minori le amministrazioni campane (7,23 euro pro capite), quelle sarde (5,47) e quelle molisane (3,87).

Se si esaminano tutti i comuni italiani, quello che ha ricevuto le entrate più ingenti è Colle Santa Lucia in provincia di Belluno con 3160,08 euro pro capite. Sono cinque le amministrazioni che registrano valori superiori ai mille euro pro capite. Seguono Melpigo (Lecce, 1890.81), il già citato Carrodano (La Spezia, 1543,07) , Roseto Capo Spulico (Cosenza, 1247,54) e Bussi sul Tirino (Pescara, 1055,06).

#multe #comuni #toscana #monticiano #siena #firenze #2020