+++ Aggiornamento+++ 36enne muore durante una battuta di caccia al cinghiale

Non ce l’ha fatta il giovane cacciatore di 36 anni, morto durante una battuta di caccia al cinghiale. E’ morto dopo essere stato azzannato dall’animale al quale aveva sparato.

Pare che a provocare la morte di Giulio Burattini, questo il nome della vittima, sia stata l’aggressione dell’animale ferito che ha azzannato il cacciatore alla gamba recidendo la vena femorale.

Il cinghiale ferito avrebbe caricato l’uomo che è morto dissanguato. Giulio Burattini lascia una moglie e una figlia di sei anni.

L’episodio è accaduto oggi, 19 gennaio, attorno alle 12.35 nei boschi di Piancastagnaio (Si). Ad intervenire è stato il 118 dell’Asl Toscana sud est.

I sanitari sono arrivati nei pressi della Sp 66, per una chiamata e hanno tentato di rianimare il 36enne di Castell’Azzara  (Grosseto) rimasto gravemente ferito durante una battuta di caccia al cinghiale

Purtroppo l’uomo è deceduto sul posto nonostante i soccorsi. Intervenuti anche il Soccorso alpino e speleologico toscano e i carabinieri. Era stato attivato anche Pegaso.

#pegaso #caccia #cinghiale #morto #cacciatore #118 #toscana