Alla scoperta del nostro territorio: presentato l’Atlante dei Borghi Medievali del Territorio di Monteriggioni


Monteriggioni. Lo scorso giovedì a Strove, nei locali della Filarmonica, sono stati molti i partecipanti alla presentazione del primo volume dell’Atlante dei Borghi Medievali del Territorio di Monteriggioni. L’autrice della pubblicazione, dedicata a “Strove e la sua valle”, è Marta Benvenuti che, nel corso della presentazione, ha raccontato il lungo percorso effettuato per la stesura del libro, già acquistabile presso l’Ufficio Turistico del Comune di Monteriggioni, descrivendo la sua opera come un grande atto di amore verso il suo paese di origine.
Quella di giovedì è stata solo la prima delle presentazioni della collana voluta dall’Amministrazione comunale che racconta, studia ed analizza la storia dei borghi medievali di Monteriggioni.


L’intera collana, edita da “Betti Editrice”, sarà composta da undici volumi ed è stata curata dal Professor Roberto Farinelli dell’Università di Siena. La Giunta comunale ha deciso di dar vita a questa inedita opera editoriale, nell’ambito della propria azione amministrativa di produzione culturale. Una vera e propria ricerca storica non generalista, ma specificamente dedicata ai diversi borghi medievali che connotano il territorio di Monteriggioni.
Il Sindaco Andrea Frosini introducendo il volume, ha affermato che, «elemento importante della nostra azione amministrativa, su cui ci siamo spesi fin dal nostro insediamento e continuiamo a spenderci, è quello di valorizzare e raccontare con ogni modalità il nostro territorio, non solo per farlo conoscere a chi viene da fuori, favorendo così i flussi turistici, ma in questo caso soprattutto per farlo conoscere ai nostri concittadini, creando consapevolezza nella comunità locale di quella che è la nostra storia e la nostra identità. Abbiamo individuato dei contesti particolarmente interessanti e non toccati fino ad oggi da specifiche ricerche ed abbiamo dato vita a questo vero e proprio viaggio culturale che esplorerà tanti luoghi e tante storie che nel tempo hanno creato la nostra identità. Ringrazio per questo primo volume Marta Benvenuti per la sua preziosa ricerca fatta attraverso fonti di archivio ma anche orali e dirette».