Scaricati davanti al pronto soccorso, uno è in fin di vita

Un’auto arriva, a tutta velocità, scarica due feriti davanti alla porta del pronto soccorso. E riparte. Veloce come era arrivata.

Sembra la scena di un film, e invece è la realtà di quanto accaduto all’alba di ieri mattina, 3 dicembre, all’ospedale di Careggi a Firenze Un mistero al quale non è facile dare una soluzione.

Di certo per adesso ci sono soltanto le condizioni gravissime di uno dei due. Entrambi albanesi tra i 30 e 40 anni, uno dei due è in fin di vita per violente ferite alla testa ed è in terapia intensiva. L’altro ha il bacino fratturato ma è cosciente e non è in pericolo di vita.

Ad una prima analisi, potrebbe sembrare che i due siamo stati lasciati a Careggi da possibili complici dopo un tentativo di colpo finito male, magar un furto. Amici, complici, che hanno cercato di aiutare i due come si addice nella mala, senza lasciare tracce al 118,. senza farsi scoprire al pronto soccorso. Oppure potrebbe trattarsi di un tentativo di omicidio, ma è una ipotesi remota.

La Squadra Mobile del dirigente Andrea di Giannantonio e il sostituto procuratore di turno, Francesco Sottosanti, sono per il momento riusciti ad accertare l’identità dei due che sarebbero noti alle forze dell’odine per per reati contro il patrimonio.