Anche i bambini si ammalano di Covid: 800mila casi da inizio pandemia

Sono 826mila i giovani di età compresa tra 0 e 19 anni che sono stati contagiati dal Covid. Alcuni sono finiti in terapia intensiva, alcuni, purtroppo, sono morti.

Come spiega Andrea Parri, pediatra, sono «numeri che fanno riflettere. Troppi bambini che soffrono. Alcuni purtroppo ci lasciano , altri soffrono per settimane in terapia intensiva lontano dagli affetti e dai luoghi rassicuranti. Altri che dopo guariti continuano a portare per tanto tempo i segni della malattia. Per questo è importante vaccinare i bambini. Per loro. Per il loro benessere. Oltre che se ovviamente per riuscire a aumentare la percentuale dei vaccinati fino a una immunità di gruppo protettiva».

Ed anche lo Studio Pediatrico Accademia Livorno spiega le ragioni della vaccinazione ai bambini, dati dell’Istituto Superiore di Sanità alla mano. «A fine dicembre – si legge sulla pagina dello studio labronico – inizierà la vaccinazione per il Covid per i bambini 5-11 anni. I bambini si devono vaccinare prima di tutto per la propria salute. Infatti la malattia Covid provoca in genere una malattia grave ma non è un banale raffreddore perché può provocare una malattia grave con casi mortali»

Ma anche «provocare una malattia multi sistemica chiamata MISC-C con danni a vari organi ( fegato, cuore, reni…)». Inoltre, «può lasciare nei guariti danni a distanza di mesi o anni chiamati long covid che altri chiamano neurocovid».

Inoltre «la vaccinazione riduce la circolazione del virus. Il vaccino è altamente efficace :90% Il vaccino è sicuro: negli USA sono già stati vaccinati 3 milioni di bambini e non sono stati segnalati particolari effetti collaterali . Preferiamo pubblicare i dati ufficiali dellIstituto Superiore di Sanità del 26/11/2021». (foto a lato)