Omicidio di Meredith Kercher: Rudy Guede torna libero

Rudy Guede è libero per fine pena. Il magistrato di sorveglianza di Viterbo gli ha concesso la liberazione anticipata prevista dalla legge sull’ordinamento penitenziario. Guede, unico condannato per l’omicidio di Meredith Kercher, già da dicembre 2020 era stato affidato ai servizi sociali e non doveva tornare a dormire nel carcere.

Guede ha sempre negato di aver commesso l’omicidio, sostenendo invece di avere cercato di soccorrere Meredith Kercher. Tracce di DNA incastrarono l’ivoriano che  la notte dell’omicidio scappò dalla casa di Meredith, raggiungendo poi la Germania dove venne arrestato il 20 novembre del 2007.

Amanda Knox e Raffaele Sollecito furono assolti in via definitiva dalla Cassazione. In carcere Guede si è laureato (con 110 e lode) in Scienze storiche del territorio e della cooperazione internazionale. Raffaele Sollecito ha commentato la liberazione di Guede: “Mi dispiace solo che non si sia mai pentito di quello che ha fatto, di aver ammazzato una povera ragazza. Mi dispiace che sono stato quattro anni in carcere e io e Amanda abbiamo rischiato di essere condannati a una pena per una cosa che non abbiamo fatto anche grazie alle sue bugie”.