Altri 89mila euro nel bando per commercio e artigianato

Aggiunte nuove risorse economiche per finanziare tutte le richieste arrivate al Comune di Certaldo con il bando per il commercio e l’artigianato del 2020.

La decisione è arrivata grazie a una variazione di bilancio con lo stanziamento di ulteriori 89mila euro utili per scorrere l’intera graduatoria relativa al bando che, a inizio 2020, aveva messo a disposizione 70mila euro a fondo perduto a sostegno sia di nuove aperture che di trasferimenti o ampliamenti e rinnovi di attività commerciali e artigianali già esistenti.

La somma complessiva stanziata per il 2020, di 70mila euro, era suddivisa in 35mila euro da destinare a contributi alle attività nuove e 35mila euro ad attività esistenti, con un contributo erogabile a ogni beneficiario da un minimo di 4mila a un massimo di 8mila euro e un’attenzione particolare per l’imprenditoria femminile e giovanile.

L’erogazione del contributo era subordinata a: apertura di una nuova attività di impresa dopo la data di pubblicazione del bando nel territorio del Comune di Certaldo, rientrante in almeno una delle tipologie indicate dall’articolo 3 del bando; trasferimento sede, rinnovo e/o ampliamento dei locali e/o ampliamento della tipologia di attività dopo la pubblicazione del bando.

Alla scadenza dei termini per la presentazione delle richieste, fissata allora al 16 marzo 2020 e poi prorogata al 29 maggio 2020, le domande pervenute e ritenute ammissibili a contributo furono in tutto 22: ne furono finanziate 9, mentre per mancanza di fondi ne restarono fuori 12 (un richiedente ha rinunciato alla possibilità di contributo). Grazie agli 89mila euro stanziati dall’amministrazione, adesso anche per queste ultime arriverà una risposta concreta.

Nelle prossime settimane, le attività interessate da questa ulteriore linea di finanziamento verranno contattate dagli uffici comunali competenti per la richiesta di documentazione necessaria e per iniziare la procedura di verifica necessaria per l’erogazione dei contributi, in tempi brevi.

«Con questo provvedimento, l’amministrazione comunale ha voluto ribadire la volontà di dare un sostegno economico a commercianti e attività», sottolinea l’assessore comunale al Commercio, Jacopo Masini

«Con questi ulteriori 89mila euro si esaurisce la graduatoria delle domande già presentate: per scorrere l’intera graduatoria, abbiamo dovuto investire un importo che supera addirittura quello iniziale, a dimostrazione che il bando ha suscitato interesse e ha intercettato un reale bisogno del tessuto commerciale certaldese. Lo abbiamo fatto con convinzione perché siamo certi che investire nelle attività significa investire nella capacità di attrarre del territorio e significa garantire servizi e decoro sia alle attività sia al paese che le accoglie».