Nel Quotidiano

Tutto quanto accade

La “madre d’Italia” e il Milite Ignoto

La Rai ricorda il centenario della scelta del Milite Ignoto con un docufilm

Il 28 ottobre 1921 nella cattedrale di Aquileia, Maria Bergamas scelse quale corpo senza nome sarebbe diventato il Milite Ignoto, emblema di tutti i soldati caduti durante la Prima Guerra Mondiale. È lei la “madre d’Italia” e la sua vicenda è al centro del docufilm La scelta di Maria in onda ieri su Rai1. La Rai ricorda così il centenario dalla tumulazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria. Il docufilm è Diretto da Francesco Miccichè, nel cast ci sono Sonia Bergamasco nei panni di Maria, Andrea Vassallo e Cesare Bocci. 


Maria Bergamas è una donna qualunque, contadina di Gradisca di Isonzo che ha perso Antonio, il suo unico figlio nella Grande Guerra. Il ragazzo è un giovante tenente caduto sul campo di battaglia e mai ritrovato. Il 28 ottobre 1921 a lei toccò l’arduo compito di scegliere quale tra 11 corpi senza nome sarebbe diventato il Milite Ignoto, da seppellire nell’Altare della Patria, a Roma, come simbolo di tutti i soldati caduti in guerra. Scelse la decima bara. La donna segue la bara nel lungo viaggio in treno, di quattro giorni e 120 soste, per portare la salma da Aquileia a Roma. L’Italia si inchina e getta fiori al passaggio del feretro.


Il docufilm è diretto da Francesco Miccichè. Maria Bergamas è Sonia Bergamasco, già celebre per i suoi ruoli in Come un gatto in Tangenziale e Quo Vado di Checco Zalone. Con lei ci sono Alessio Vassallo, che interpreta Augusto Tognasso, membro della commissione di Gorizia, e Cesare Bocci, nel ruolo del ministro Luigi Gasparotto.


.

RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: