Nel Quotidiano

Tutto quanto accade

Sarà rifatta via Gallurì, ma addio a altri 10 parcheggi

Sistemazione anche di piazza Amendola e via Frilli
piazza Amendola oggi
piazza Amendola come sarà

Miglioramento del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale: via Gallurì piazza Amendola e via Frilli.

Si chiama così il progetto elaborato dal Comune di Poggibonsi che porterà alla riqualificazione di un altra parte di centro storico di Poggibonsi, quello del vero cuore dei poggibonsesi come appunto Gallurì. Un’operazione da quasi un milione e 200mila euro dove è previsto il rifacimento delle due strade, Gallurì e via Frilli nella parte bassa, oggi in condizioni davvero precarie e di piazza Amendola.

via Gallurì

Proprio il rifacimento e la sistemazione della piazza, dove saranno piantati anche due alberi, comporterà il dover dire addio ai nove posti auto oggi presenti. Come si legge infatti, nel progetto, «considerate le dimensioni estremamente ridotte della piazza, la presenza dei posti auto inficia ogni possibile fruizione pedonale della piazza e contribuisce, insieme al pessimo stato di conservazione e alla mancanza di un preciso disegno organico del complesso, alla visione della stessa come un’area degradata e marginale, ben lontana dall’immagine originaria del Centro Storico come spazio di vita sociale rappresentativo della comunità».

Per cui saranno tolti i parcheggi per favorire l’uso pedonale. «Di qui la necessità di ripensarne integralmente la conformazione in modo da privilegiarne la fruizione pedonale, ridonando a tale spazio l’originaria vocazione di luogo di aggregazione e socializzazione».

la parte di via Frilli interessata dai lavori

Nuovi lampioni. Il progetto prevede la pavimentazione in pietra extradura, come nel resto del centro storico e l’ammodernamento dell’illuminazione in quanto «si denota la presenza di una linea aerea, che corre direttamente sulle facciate degli edifici creando antiestetici intrecci» e soprattutto i lampioni non garantiscono «una sufficiente illuminazione degli spazi e un’adeguata efficienza» e inoltre «non risultano da tempo più conformi alle normative vigenti in materia di Inquinamento Luminoso». Quindi saranno sostituiti i lampioni dove sono previsti i lavori.

RSS
Follow by Email
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: