A Zachini e Frediani il premio giornalistico Benedetti

L’undicesima edizione del Premio giornalistico Arrigo Benedetti – Città di Barga, 2021, è stata assegnata a Giorgio Zanchini e Carola Frediani. Il primo conduttore della trasmissione “Radio anch’io” in onda su Radio1 Rai ogni mattina, la seconda esperta di comunicazione digitale e cybersicurezza.

Il Premio dedicato al giornalista lucchese fondatore dell’Espresso e dell’Europeo sarà consegnato sabato 30 ottobre alle 11 a Palazzo Pancrazi presso l’aula consiliare a Barga, città che ospita, presso la Biblioteca comunale “Fratelli Rosselli”, il fondo librario appartenuto a Benedetti. L’iniziativa, di prestigio e alto valore culturale, è organizzata dal Comune di Barga, in collaborazione con la Provincia di Lucca, la famiglia Benedetti e Toscana Energia. A consegnare il premio sul palco saranno la sindaca Caterina Campani, il presidente della Provincia di Lucca Luca Menesini e il nipote dello storico giornalista Arrigo Benedetti. Coordina l’evento Andrea Giannasi editore di Tralerighe Libri.

«È con viva soddisfazione che assegniamo l’undicesima edizione di un premio giornalistico – ha ricordato la sindaca Caterina Campani – che negli anni ha visto salire sul palco a Barga le più importanti firme del giornalismo italiano. Proseguire nel lavoro di ricordo e di memoria di Arrigo Benedetti e della lezione di giornalismo che ci ha lasciato, rappresenta un impegno che l’amministrazione comunale intende rinnovare costantemente affinché i lettori, gli ascoltatori, i cittadini tutti possano sempre avere punti di riferimento nel variegato e complesso mondo dell’informazione. Per questo siamo felici di assegnare il premio 2021 a Giorgio Zanchini e Carola Frediani».

Giorgio Zanchini, giornalista, conduttore radiofonico e conduttore televisivo italiano, è laureato in Giurisprudenza all’Università della Sapienza di Roma, si è specializzato in giornalismo e comunicazioni di massa alla Libera università internazionale degli studi sociali Guido Carli (Luiss) di Roma. Nel dicembre 1996 entra alla Rai per concorso.

Ha lavorato al Giornale Radio Rai, a Radio 1, dal 2010 al 2014 a Radio 3, dal 2014 nuovamente a Radio 1. Ha condotto “Il baco del millennio”, “Radio anch’io” (nella quale è rientrato alla conduzione il 30 giugno 2014), e fino al 24 maggio 2014 “Tutta la città ne parla”, su Radio 3.

Conduce la trasmissione Quante storie su Rai Tre, stagione 2019-2020, trasmissione condotta nelle tre stagioni precedenti da Corrado Augias. In precedenza ha condotto un talk show sulla spiritualità, “Il cielo e la terra”, sempre su Rai 3, e una puntata sulla lettura su Rai 5.

Si occupa in particolare di giornalismo radiofonico, giornalismo culturale e giornalismo anglosassone. Tiene lezioni e seminari sul giornalismo in diverse Università e Master. Con Lella Mazzoli è il direttore del Festival del giornalismo culturale. È vicedirettore della rivista I diritti dell’Uomo, cronache e battaglie. Fa parte del comitato scientifico de Problemi dell’Informazione.

Carola Frediani ha iniziato a lavorare come giornalista digitale e tech alla agenzia Totem guidata da Franco Carlini. Con altri colleghi ha co-fondato l’agenzia giornalistica Effecinque. Poi a La Stampa come social media editor, e successivamente nel team inchieste. Nel mentre ha scritto di cybersicurezza, privacy, sorveglianza e diritti digitali per varie testate nazionali e internazionali.

I suoi ultimi libri sono i saggi Guerre di Rete (Laterza) e #Cybercrime (Hoepli), e il thriller a sfondo digitale Fuori controllo (Venipedia). Cura una newsletter gratuita che tratta temi di cybersicurezza e diritti, intitolata Guerre di rete.

Tralerighe è una casa editrice indipendente italiana nata a Lucca nell’autunno del 2013. Fa parte di un gruppo composto da altri marchi editoriali, festival letterari, giornali, premi e contenitori culturali.